Menu
Cerca
Saracinesca abbassata

Dopo sessant’anni la trattoria Cis ha chiuso i battenti

Già da metà dicembre lo storico locale di Vaprio d'Adda aveva cessato l'attività, ma ora la chiusura è diventata ufficiale.

Dopo sessant’anni la trattoria Cis ha chiuso i battenti
Economia Trezzese, 10 Aprile 2021 ore 17:49

Il Cis, storica trattoria di Vaprio d’Adda situata in via Trezzo lungo l’Sp 104, ha chiuso per sempre i battenti. Se ne va un pezzo di storia del paese e un posto a buon mercato dove si potevano gustare i piatti della tradizione tipica lombarda.

La trattoria Cis di Vaprio d’Adda ha chiuso i battenti

Negli anni Sessanta Tarcisio Ronchi, detto Cis, insieme alla moglie Luigina, aprì la sua attività che all’inizio fungeva anche da piccola bottega per la rivendita degli alimenti (fra le specialità della casa c’erano pane e salame e pesciolini fritti). Dopodiché negli anni è rimasto soltanto la trattoria che fino alla chiusura ha portato fedelmente avanti la sua tradizione culinaria, tipica della cucina lombarda casalinga, tramandata da Luigia alla nuora e alla figlia. Dal 1983 l’attività era poi passata nelle mani del figlio Angelo Ronchi, che fin dall’inizio aveva deciso di seguire i genitori insieme a Mariuccia, una delle sue sorelle. Si sono poi aggiunte la moglie Lucia, l’altra sorella Augusta e la cognata Nazzarena.

Purtroppo l’anzianità del titolare,  il peggioramento delle sue condizioni di salute e la crisi economica causata dall’emergenza pandemica, che già dai primi di dicembre aveva costretto i proprietari a tenere chiuso il locale, alla fine hanno fatto alzare bandiera bianca, seppur con grande malincuore, ai padroni dello storico esercizio commerciale.

Un menù che aveva il suo cavallo di battaglia in una speciale polenta

Negli anni il Cis è sempre rimasto fedele alla tradizione culinaria e aveva come fulcro del suo menù una speciale polenta, servita durante tutte le stagione ad accompagnare in prevalenza piatti di carne, fatta con un mix di taragna al quale si aggiungeva quella lavorata direttamente nel mulino.  Indimenticabile, anche il coniglio al forno, piatto che non poteva mai mancare tra quelli che di giorno e sera venivano serviti nello storico locale abduano.

Il servizio completo sulla Gazzetta dell’Adda in edicola e in versione sfogliabile web per pc, smartphone e tablet da sabato 10 aprile 2021.