Alla mensa di Cassano metà del cibo viene buttato

Alla mensa di Cassano metà del cibo viene buttato
30 Luglio 2017 ore 12:06

“Nonostante la buona qualità del cibo servito in mensa metà di questo finisce in pattumiera”. A comunicarlo è stato l’assessore alla Pubblica istruzione Aristide Caramelli mercoledì sera in Consiglio, durante l’illustrazione del Pofit (Piano dell’offerta formativa integrata territoriale).

“Sono rimasto turbato – ha detto – Lo scorso anno scolastico ho effettuato due sopralluoghi. Ho trovato la qualità ottimale e il gusto degli alimenti gradevole, ma mi ha molto colpito l’eccesso di spreco alimentare: ho visto piatti interi finire nella pattumiera”.

Lo scarso apprezzamento degli alunni verso i pasti serviti ha spinto l’assessore a inserire nel Piano un progetto contro lo spreco alimentare denominato «Riusa»  e attuato lo scorso anno a Udine.   

Le dichiarazioni di Caramelli smentiscono l’esperienza avuta dal sindaco Roberto Maviglia che, tre mesi fa, a seguito di notizie false e polemiche montate attraverso i social, si è recato alla mensa della Guarnazzola per pranzare insieme ai bambini. In quell’occasione aveva chiesto loro se gradivano il cibo e le risposte erano state positive. Anche nei piatti non era avanzato molto.

Il servizio completo sulla Gazzetta dell’Adda in edicola e in VERSIONE SFOGLIABILE WEB per pc, smartphone e tablet da sabato 29 luglio


Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia