Menu
Cerca
Bel gesto

Volontari rimettono a nuovo la staccionata vandalizzata del Drago Tarantasio

Sabato 1 maggio 2021 l'artista Diego Cremonesi, coadiuvato da alcuni membri di Vaprio verde, ha rimesso a posto la palizzata che era stata danneggiata e buttata a terra circa un mese fa.

Volontari rimettono a nuovo la staccionata vandalizzata del Drago Tarantasio
Cultura Trezzese, 03 Maggio 2021 ore 16:43

Lo scultore vapriese Diego Cremonesi, sabato 1 maggio 2021 durante la Festa dei lavoratori, si è messo all’opera per sistemare la palizzata che circondava il Drago Tarantasio a Vaprio d’Adda in località Salecc. Un mese fa era infatti stata danneggiata.

Nuova staccionata per il Drago Tarantasio

Plauso a Diego Cremonesi. L’artista di Vaprio d’Adda, che da qualche tempo è diventato molto conosciuto in città perché è l’autore delle sculture in legno che adornano la Strada provinciale 104 al confine tra Vaprio d’Adda e Cassano, ha sistemato la palazzata che circonda la scultura in legno del Drago Tarantasio, dopo che questa era stata distrutta dai vandali un mese fa.

Il ringraziamento del presidente di Vaprio Verde

Il volontario che ha espresso il desiderio di far parte di Vaprio Verde, il sodalizio civico che raggruppa gli amanti del giardinaggio e che spontaneamente sistema i luoghi pubblici tagliando le piante, l’erba e i cespugli al fine di mantenerli in stato decoroso, ha rifatto completamente la vecchia staccionata, che circonda la scultura realizzata in localita Salecc, nell’area verde che si trova tra il Naviglio Martesana e il fiume Adda, rendendola seppur più bassa della precedente, molto più stabile e quindi più difficile da abbattere. Ma non solo, vi ha attaccato anche il cartello in legno con la scritta che indica la scultura realizzata da un altro artista del legno residente in paese Vincenzo Agliati, ex  sindaco e amico dello stesso Cremonesi. L’iniziativa ha quindi riscosso il plauso del presidente del sodalizio Flavio Corti.

“A nome della nostra associazione rendiamo omaggio a Diego Cremonesi per la sua brillante iniziativa. Siamo inoltre che abbia accettato di fare parte del nostro gruppo”.