Un testimone della Shoah a Cambiago ha parlato ai giovani

Martedì pomeriggio la sala dell'oratorio San Tarcisio ha accolto il 91enne Oskar Tanzer che da giovane visse sulla sua pelle le persecuzioni contro gli ebrei e le leggi razziali in Italia.

Un testimone della Shoah a Cambiago ha parlato ai giovani
Cultura Martesana, 21 Marzo 2018 ore 18:01

Oskar Tanzer, scampato dalle persecuzioni nazi-fasciste contro gli ebrei, grazie anche al provvidenziale aiuto di uomo eccezionale come don Primo Mazzolari, ha raccontato la sua esperienza in oratorio a Cambiago ai ragazzi delle medie.

Le persecuzioni agli ebrei e la Shoah raccontata ai più piccoli

«La mia è una storia di salvezza in mezzo a un uragano, da cui io e la mia famiglia siamo usciti sani e salvi. Spesso mi domando come mai sia andata così, e la mia unica risposta è: siamo stati immensamente fortunati. Sono un sopravvissuto, sono un testimone: non dei campi, ma della persecuzione». Parole di Oskar Tanzer. Oggi ha 91 anni, mentre allora era un ragazzo. E, proprio ai giovani, da qualche anno ha deciso di raccontare la sua esperienza.

Tutto è iniziato dalla richiesta di un nipotino

«Tutto è iniziato con la richiesta di un mio nipotino - ha spiegato - Voleva che parlassi nella sua scuola e da allora non mi sono più fermato». In realtà Tanzer ha ammesso di cominciare a sentire il peso dell’età e di voler smettere, ma grazie all’insistenza dell’assessore alla Cultura Maria Nigrone, che martedì l’ha voluto a tutti i costi in paese, ci ha ripensato.

L'articolo completo sul prossimo numero della Gazzetta della Martesana  in edicola da sabato 24 marzo.