Lezione concerto a Trezzo sulla canzone d'autore italiana degli anni Settanta

Oggi, giovedì, dalle 10.15 presso l'auditorium dell'istituto Nizzola, lezione concerto dal vivo dedicata a musicisti del calibro di De Andrè, Guccini, De Gregori e Vecchioni.

Lezione concerto a Trezzo sulla canzone d'autore italiana degli anni Settanta
Cultura Trezzese, 22 Febbraio 2018 ore 07:30

Tutto pronto, oggi, giovedì, dalle 10.15, presso l'auditorium "Jacopo Nizzola" per la lezione concerto, aperta a tutti, sulla canzone d'autore italiana degli anni Settanta.

La canzone d'autore italiana degli anni Settanta

I protagonisti saranno il professor Mauro Giubilei e Michele Severini. Racconteranno Fabrizio de Andrè, Francesco de Gregori, Francesco Guccini, Roberto Vecchioni attraverso le loro storie e le loro canzoni. L'evento è a ingresso gratuito ed  è organizzato in collaborazione con l'istituto Nizzola e la libreria "Il Gabbiano". E ha lo scopo di far conoscere ai ragazzi cultura e musica in maniera coinvolgente.

Il professore musicista

Mauro Giubilei, ha insegnato diritto ed Economia nell'Itc Jacopo Nizzola per oltre quindici anni. Ora insegna a Cernusco sul Naviglio. Oltre ad essere professore è avvocato e giornalista. Appassionato di viaggi e normalmente tiene due incontri all'anno raccontando i suoi giri per il mondo. La sua passione per la musica lo ha portato a diventare cantautore. Organizza spesso concerti ed eventi. Ha realizzato video musicali con grandi nomi quali Cristina D'Avena, Franco Fasano e i "Matia Bazar". In particolare, a sostegno di un evento di beneficenza, finalizzato a promuovere l'apertura di una scuola ad Amatrice, colpita dal violento sisma del 24 agosto 2016.

Gli incontri in auditorium

La lezione concerto in auditorium fa parte di una serie di incontri gestiti dalla professoressa Anna Colombo. Il primo è stato dedicato al libro “Fra me e te” di Marco Erba, alla presenza dello stesso autore. Il è stato organizzato in occasione del Giorno della Memoria. In questo caso è stato letto ai ragazzi alcune parti del libro “Destinatario sconosciuto” di Katherine Kressmann Taylor.