Cultura
L'idea

"Noi alla metà del nostro viaggio": storie di chi ha compiuto cinquant'anni in pandemia

Una raccolta corale di ventitré racconti per sostenere l'istruzione delle donne in Mali: cinque vengono dalla Martesana.

"Noi alla metà del nostro viaggio": storie di chi ha compiuto cinquant'anni in pandemia
Cultura Martesana, 21 Novembre 2021 ore 13:15
5 foto Sfoglia la gallery

"Noi alla metà del nostro viaggio in ventitré racconti" è la raccolta di scritti, i cui proventi andranno in beneficenza, di vecchi amici che hanno deciso di reinventarsi scrittori per riflettere su cosa significa essere arrivati al traguardo dei cinquanta, per giunta in pandemia. Non si erano mai incontrati, fino a ieri sera, sabato 20 novembre 2021. Cinque di loro sono della Martesana.

Festeggiare insieme i cinquant'anni...con un libro

E' nato tutto per caso da una simpatica conversazione su WhatsApp di due ex compagni di scuola. Roberto Guarinelli ha scritto un messaggio a Fausto Parziani con la proposta di raccogliere vecchi amici nati più o meno nel '71, cosicché ciascuno raccontasse le proprie emozioni al traguardo dei cinquant'anni, che a causa della pandemia non hanno potuto festeggiare.

Hanno risposto all'appello ventitré autori, che hanno condiviso una riflessione o anche solo una fiaba che spiegasse le loro sensazioni a "metà del cammino". I risultati hanno dato vita a un libro "Noi alla metà del nostro viaggio in ventitré racconti". Hanno operato tutti sotto pseudonimi, solo un piccolo gruppo di organizzatori conosceva tutte le identità.

Ieri sera, 20 novembre 2021, presso Villa Campari a Sesto San Giovanni, gli scrittori si sono finalmente visti in faccia e hanno festeggiato i loro cinquant'anni dal vivo, in un allegro convivio.

Cinque autori sono della Martesana

Tra gli scrittori per caso, cinque sono della Martesana. Si tratta dei gemelli Marcello Arecco e Fabio Arecco, rispettivamente residenti a Pessano con Bornago e Carugate. Con Fabio, ha dato il contributo alla raccolta anche la moglie Ilaria Pagni, mentre da Brugherio hanno dato voce alle proprie emozioni i fratelli Paolo e Alessandro Molteni, entrambi affezionati membri del gruppo scout di Brugherio.

UnAltroMondo: speranza per giovani studentesse in Mali

La raccolta di racconti ha un nobile fine. I proventi delle vendite online verranno interamente devoluti all'associazione di volontariato UnAltroMondo Onlus di Sesto, il cui contatto è stato fornito da uno degli organizzatori, Luca Soli. La Onlus si occupa di migliorare la qualità della vita in Africa, precisamente in Mali, con focus sull'istruzione per giovani donne, prigioniere di una società profondamente patriarcale.

Le volontarie Hilde Mayer, colonna portante e membro del direttivo, e Anna Locatelli hanno descritto i risultati ottenuti dal 2001, anno di nascita della realtà, a oggi, aiutandosi con un video di testimonianza delle giovani studentesse che adesso possono andare a scuola, la cui grinta e determinazione ha mosso alle lacrime tutto l'uditorio.

"Vogliamo solo aiutarle a realizzare i loro sogni - ha spiegato Mayer - Loro sono delle leonesse. Ci vuole coraggio per andare avanti nell'Africa sub sahariana. Lì la vita è una lotta tutti i giorni, e loro combattono, non c'entra nulla con l'Africa che si vede nei villaggi turistici. E nonostante questo, quelle persone sorridono sempre, sono generose. Dopo tanti anni, io mi rattristo vedendo l'egoismo da cui sono circondata qui in Italia, al confronto".