Cultura
La città racconta

L'Open Air Museum parla di Cernusco sul Naviglio e sedici "Donne favolose"

L'inaugurazione di opere realizzate per tramandare i valori di chi ha dedicato la vita a giustizia e diritti.

L'Open Air Museum parla di Cernusco sul Naviglio e sedici "Donne favolose"
Cultura Martesana, 19 Novembre 2021 ore 19:13

A Cernusco sul Naviglio viene inaugurato un "Open Air Museum" che racconta la storia di Cernusco, oltre alle vite di sedici donne che hanno dato se stesse per la giustizia e i diritti. L'inaugurazione sarà sabato 20 novembre 2021 alle 10.30 in via San Francesco.

Un "Open Air Museum" a Cernusco

Si è ormai giunti al termine del progetto iniziato qualche anno fa, che prevedeva un museo destinato a rappresentare per i cernuschesi di ogni età un momento di conoscenza e riflessione, sempre sotto gli occhi. La parte progettuale è iniziata nel 2019, quella pittorica si è protratta da luglio del 2020 a novembre 2021.

Ora l'Open Air Museum è completo, pronto per l'inaugurazione di sabato 20 novembre 2021, in via san Francesco e nel parco adiacente di via Berchet a Cernusco. E' costituito da ventitré murales e dodici targhe esplicative con didascalie di quanto raffigurato.

Il QR code posto sulle targhe garantisce facile accesso a notizie di approfondimento nel sito dell'associazione , che sarà presto integrato di audio e sottofondo musicale.

Storie di Cernusco e donne forti

Il Museo racconta la storia , le tradizioni, i monumenti e i valori della città Cernusco.

Poi si focalizza sulla vita di sedici donne nel mondo che si sono sempre spese per la giustizia, la scienza e i diritti. Le loro gesta sono raccontate sotto forma di favole nel nuovo libro "Donne Favolose".

In occasione dell'inaugurazione, l'opera verrà donata alla città e verranno ringraziati tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione: gli artisti, le associazioni, i cittadini, i ragazzi e bambini che hanno partecipato con la loro opera , i sostenitori, il condominio che ha dato in uso il muro.

Ospiti importanti

Hanno confermato la presenza all'evento l'ambasciatore della Repubblica Dominicana a Roma, lo scrittore Tony Raful, e il console di Milano.

Grazie a nomi di questo calibro, e visti i temi del museo, sabato sarà un'ottima occasione per raccontare delle Sorelle Mirabal, dominicane, uccise il 25 novembre del 1960, data poi scelta dalle Nazioni Unite come giornata mondiale contro la violenza sulle donne.