In pensione

La biblioteca di Gorgonzola perde un pezzo da novanta

Romano Chiaratti per diciotto anni ha dispensato consigli e accolto i nuovi iscritti, ma dopo aver lavorato una vita ora si prenderà un anno sabbatico.

La biblioteca di Gorgonzola perde un pezzo da novanta
Cultura Martesana, 26 Dicembre 2020 ore 14:14

La biblioteca di Gorgonzola è stata la sua casa per quasi due decadi e in molti si sono rivolti a lui per scegliere cosa leggere, ma dal nuovo anno non sarà più in servizio.

La biblioteca di Gorgonzola saluta Romano

"Ho visto bimbi che leggevano le fiabe prepararsi per la tesi di laurea. Questo posto  per me è come il salotto, è casa". Queste le parole di Romano Chiaratti, impiegato da 18 anni nella biblioteca di Gorgonzola, ormai pronto alla pensione. Da gennaio non sarà più presente nella struttura di via Montenero, anche se ha già promesso che passerà a salutare ex colleghi e amici. A tutti ha dispensato consigli ed era lui a dare il benvenuto ai nuovi piccoli iscritti.

Anni intensi

Chiaratti è conosciutissimo a Gorgonzola sia perché per quarant'anni ha gestito l’Argentia danze di Melzo e anche per i lavori svolti prima nella farmacia Donati, poi in quella comunale fino ad approdare in biblioteca. Luogo che all'inizio non apprezzava, ma poi grazie al poeta Franco Galato (a cui è intitolato l'edificio) ha imparato ad amare profondamente. "E' stato lui, quando era direttore, che mi ha accompagnato a scoprire la bellezza di questo posto e della lettura - ha spiegato -  Il ricordo più bello che porterò con me riguarda un’iniziativa che ho pensato per accogliere i piccoli nuovi iscritti nel migliore dei modi. Quando consegno ai bambini la tessera, infatti, dico ad alta voce: Attenzione, c’è un arrivo importante, diamo il benvenuto a... e poi applaudiamo tutti".

Un anno sabbatico dopo una vita di lavoro

Nel prossimo futuro si concederà un anno  sabbatico. "Consiglio sempre a chi si laurea di prenderlo e dato che non ho mai smesso di lavorare ora è il mio turno - ha scherzato Chiaratti - Sono curioso, ho voglia di esplorare quello che c’è in giro. Poi vorrei anche mettere in pratica un’idea: aiutare i disabili attraverso il ballo".

Tutti i dettagli sul numero della Gazzetta della Martesana in edicola e nella versione sfogliabile online per pc, smartphone e tablet da giovedì 24 dicembre 2020.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE