La favola di Kingo che terrorizzava Trezzo sull’Adda e ora ha trovato una famiglia

A lungo ha scorrazzato libero in città, creando scompiglio sia in strada che nelle piazze del centro. Le auto per evitarlo hanno più volte rischiato l’incidente, mentre ai pedoni mostrava atteggiamenti minacciosi, sfociati anche in qualche aggressione. Alla fine è stato preso, messo in rifugio e rieducato fino a quando non ha trovato un padrone.

La favola di Kingo che terrorizzava Trezzo sull’Adda e ora ha trovato una famiglia
Trezzese, 19 Luglio 2019 ore 23:51

Kingo, terrore di Trezzo sull’Adda, non fa più paura. Merito dei volontari che in cinque anni l’hanno accudito in canile e l’hanno educato a stare tra la gente.

Kingo era il terrore di Trezzo sull’Adda

Per lungo tempo faceva il bello e il cattivo tempo in città, creando scompiglio agli automobilisti, ma in particolare ai pedoni che quando se lo trovavano davanti minaccioso si allontanavano rapidamente. Alla fine in due erano stati pure morsi e così Kingo, un giovane pitbull è stato quindi preso e messo in consegna in un rifugio, dove è rimasto per cinque anni venendo rieducato dalle amorevoli cure dei volontari e dei sodalizi specializzati. E alla fine a sette anni suonati, ha trovato un padrone disposto ad accudirlo.

Leggi la notizia completa sulla Gazzetta dell’Adda in edicola da sabato 20 luglio e nello sfogliabile online.

clicca qui per tornare alla home page e leggere altre notizie del giorno.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia