Cultura

Gemellaggio a Vaprio nel segno di San Colombano

Nel nome del "santo dalla colomba bianca" Vaprio e il Comune di San Colombano al Lambro si apprestano a dare vita a una suggestiva sinergia.

Gemellaggio a Vaprio nel segno di San Colombano
Cultura Trezzese, 11 Ottobre 2017 ore 07:15

Nel nome del "santo dalla colomba bianca" Vaprio e il Comune di San Colombano al Lambro si apprestano a dare vita a una suggestiva sinergia.

Nel nome di San Colombano

Domenica, una delegazione di autorità del Comune lombardo, che prende il nome dal monaco missionario irlandese, noto per aver fondato da abate numerosi monasteri e chiese in Europa (PER SAPERNE DI PIU') è stata ospite in paese. Lo scopo, ammirare la suggestiva chiesa abduana di San Colombano, capolavoro romanico sito in via Don Moletta di fianco all'ospedale Crotta Oltrocchi e non solo. La delegazione giunta a Vaprio era composta dal vicesindaco Battista Bianchi, dal parroco don Mario Pietro Cipelli, dal presidente dell'omonima associazione Mauro Steffenini. Il gruppo ha incontrato il sindaco Andrea Beretta e l'assessore alla Cultura Evelina Cavenago per gettare le basi di un proficuo gemellaggio culturale.

San Colombano il pellegrino

San Colombano a cinquant'anni, verso il 590, partì dal monastero di Bangor in Irlanda, per un pellegrinaggio  missionario. Lo scopo era fondare altri nuclei religiosi e monasteri, evangelizzando e diffondendo la fede cristiana e la cultura in tutta Europa. Dalla Francia all'Italia, varcando le Alpi insieme ad altri suoi compagni di viaggio, San Colombano arrivò a Bobbio dove fondò l'odierna abbazia. E si ipotizza che nel suo viaggio verso Roma sia transitato anche per Vaprio d'Adda.

Un progetto condiviso che coinvolge l'Unione Europea

E, proprio nel Comune abduano, dopo la sua morte, avvenuta nel 615 a 75 anni, è stata eretta la stupenda chiesa che porta il suo nome. Ora, a oltre mille e quattrocento anni di distanza, le comunità che portano i segni del suo pellegrinaggio hanno deciso di dare vita un progetto condiviso. "L'intento è quello di chiedere ufficialmente all'Unione europea di istituzionalizzare il pellegrinaggio di San Colombano, con relativo transito per Vaprio", ha spiegato l'assessore Cavenago. (SCOPRI L'ALTRO PELLEGRINAGGIO DI VAPRIO)

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter