Cultura
Tornano le visite guidate ai manieri e borghi della media pianura lombarda.

Da domenica 5 luglio riaprono i castelli della Pianura, compreso Trezzo

Il circuito pronto a ripartire con mascherine e prenotazioni obbligatorie.

Da domenica 5 luglio riaprono i castelli della Pianura, compreso Trezzo
Cultura Trezzese, 04 Luglio 2020 ore 11:25

Da domani, domenica 5 luglio 2020, i castelli della Pianura apriranno i loro portoni ai turisti per le visite guidate. Compreso il Maniero Visconteo di Trezzo sull'Adda.

Tornano i castelli della Pianura

Dopo 4 mesi di stop forzato, dopo tutta una stagione turistica saltata a piè pari, il circuito dei Castelli, palazzi e borghi medievali da domani, domenica 5 luglio 2020, tenta di ripartire e apre le porte alle prime visite guidate del 2020, compreso il maniero di Trezzo sull'Adda. Era tutto pronto per la grande riapertura di ben 18 castelli della Pianura lombarda a marzo, quando purtroppo il coronavirus ha imposto la chiusura di tutto il comparto turistico. Nonostante le difficoltà, ora alcune realtà del Circuito sono liete di riaprire, offrendo la possibilità di visite guidate in sicurezza, a piccoli gruppi, spesso all’aria aperta nei borghi o nelle corti dei castelli, naturalmente muniti di mascherina e con distanziamento di 1 metro tra i visitatori. Per evitare assembramenti si adotta la modalità della prenotazione, per email o al telefono, secondo le indicazioni di ciascun comune aderente che organizzerà di conseguenza gruppi e orari.

Le proposte

Da domenica e con tutta probabilità anche per altre domeniche durante il periodo estivo, si potranno ammirare località altrimenti non visitabili durante tutto l’arco dell’anno. Dimore di grandi condottieri, suggestive fortificazioni, manieri situati in località agresti, borghi storici tornano a offrire la possibilità di seguire visite guidate e trascorrere una giornata all’aria aperta, all’insegna di leggende e battaglie, alla scoperta di arte e storie d’altri tempi. Diverse le novità e le opzioni di scelta per i visitatori: si va dall’offerta “tecnologica” del castello di Malpaga, a Cavernago (Bg), con app scaricabile sul proprio cellulare per essere guidati direttamente dalla voce di Medea, figlia del Colleoni, al viaggio nel tempo fruibile con il borgo di Martinengo (Bg), dai reperti romani in abitazioni private al sontuoso Filandone ottocentesco dove Ermanno Olmi girò il film L’albero degli zoccoli, passando per l’epoca medievale tra affreschi e portici con tanto di mercatino di collezionismo e antiquariato. Numerose le possibilità di visita del grande castello di Pagazzano (Bg), con musei interni e un grande parco tutto intorno, mentre a Pandino, nel cremonese, il percorso prevede la visita alla corte interna, al loggiato, a mostre, sale didattiche e alla sala affreschi. Il castello di Solza (Bg) è noto per essere il luogo che, nel 1395, diede i natali al celebre condottiero Bartolomeo Colleoni mentre a Trezzo sull’Adda oltre al castello visconteo sarà possibile salire sulla poderosa torre (42 metri), da dove si può ammirare il borgo antico, cresciuto intorno alla fortificazione. Infine Treviglio per tutta l’estate offrirà speciali visite guidate al centro storico, accompagnati dalla guide lungo il tracciato urbano dei vicoli del centro alla scoperta delle tracce del passato di Treviglio.

Come accedere ai castelli

In osservanza delle direttive in materia di salute e tutela pubblica tutti i visitatori sono invitati a
seguire le seguenti direttive:
- è necessaria la prenotazione
- ogni partecipante è tenuto a indossare la mascherina
- è necessario mantenere la distanza interpersonale di almeno 1 metro
- I partecipanti dovranno permettere agli operatori il rilevamento della temperatura corporea o in alternativa rilasciare un’autocertificazione.

Il Castello di Trezzo sull'Adda

Tra Milano e Bergamo, a pochi chilometri da laghi e montagne, nello scenario del Parco dell’Adda Nord sorge Trezzo. La sua storia ha radici profonde e si snoda tra Celti, Romani e Longobardi. Il castello Visconteo è l’emblema di Trezzo sull’Adda e fu teatro di numerose vicende legate al Barbarossa e alle famiglie Torriani, Visconti e Sforza: secoli di cavalieri, lotte e conquiste. Dall’alto dei 42 metri della poderosa torre si può ammirare il borgo antico di Trezzo, cresciuto intorno alla fortificazione.

Domenica 5 luglio 2020 sarà possibile visitare il castello e la torre. Visite guidate al castello alle ore 10, 11,15,16, 16.30 e 17 (durata 1 ora circa) E’obbligatoria la prenotazione sul sito: www.prolocotrezzo.com (max 15 partecipanti a gruppo compresi i bambini). Costo € 6 intero,€ 3 ridotto per i bambini dai 6 ai 12 anni, gratuito sotto i 6 anni. Al termine di ogni giro visita, con lo stesso biglietto, si può accedere alla torre. La Torre sarà accessibile senza visita guidata dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18 (ultima salita 17.30).Permanenza in cima massima 15min per 20 persone in contemporanea. Biglietteria in loco, 3 euro intero, gratuito sotto i 12 anni.

Raccolta gruppo al punto cassa 10 minuti prima della partenza per verifica prenotazione, misurazione temperatura e raccolta dati partecipanti come richiesto dalla normativa vigente.

NON ACCESSIBILE AI DISABILI

Per ulteriori informazioni www.prolocotrezzo.com

Il commento del presidente dell'associazione Pianura da scoprire

“Ringrazio i comuni e i volontari delle associazioni che hanno fatto il possibile per riprendere l’attività turistica nell’ambito del nostro territorio – dichiara Raffaele Moriggi, presidente dell’associazione Pianura da scoprire - Dopo mesi veramente difficili, in particolare per questo comparto, la nostra associazione farà il possibile per mettere in campo tutte le potenzialità dei nostri borghi che si caratterizzano proprio per essere immersi nella natura, all’aria aperta, con mete adatte a grandi e piccini. Molti sono gli itinerari cicloturistici che possono essere fruiti dai visitatori, in rispondenza a ciò che quest’estate sembra essere la richiesta maggiore da parte del pubblico, alla
ricerca di gite fuori porta e spazi aperti e sicuri”. Tutte le informazioni su quali località sono fruibili, orari e prenotazioni sono disponibili sul sito dell’associazione Pianura da scoprire che coordina il circuito. Si mantiene come sempre l’apprezzata formula: i visitatori saranno liberi di organizzare il proprio percorso di visita in base agli orari e i propri interessi e le disponibilità di ogni singola realtà aderente al circuito. Ogni visitatore potrà spostarsi liberamente da un borgo all’altro e scegliere quali visite guidate seguire.

Le informazioni

La segreteria organizzativa dell'associazione Pianura da Scoprire è disponibile per maggiori informazioni su itinerari, costi, prenotazioni e orari, anche per gruppi numerosi o tour ad hoc per associazioni in ogni giorno dell’anno, chiamando al numero 0363.301452 o all'indirizzo mail: info@pianuradascoprire.it oppure vi invitiamo a tener consultato il sito: www.pianuradascoprire.it e la relativa pagina Facebook per tutti gli aggiornamenti e gli eventi collegati.

Clicca qui per tornare alla home page e leggere altre notizie del giorno.

Seguici sui nostri canali