Cultura
Che storia

Amazzonia e... campi di calcio: la vita di Jeda in un libro

Il volume è stato presentato ieri, sabato 15 ottobre 2022, nella biblioteca di Cernusco sul Naviglio. E non poteva non mancare il protagonista.

Amazzonia e... campi di calcio: la vita di Jeda in un libro
Cultura Martesana, 16 Ottobre 2022 ore 08:00

Amazzonia e... campi di calcio: la vita di Jeda in un libro, presentato ieri, sabato 15 ottobre 2022, nella biblioteca di Cernusco sul Naviglio. E non poteva non mancare il protagonista.

Dall'Amazzonia ai campionati italiani di calcio

E' un ex calciatore che ha giocato in A e in B, oggi veste invece il ruolo di tecnico dell’Under 17 del Lecco (attualmente è ancora il secondo miglior attaccante straniero della storia della serie cadetta). All’evento erano presenti il sindaco di Cernusco Ermanno Zacchetti e Maurizio Malavasi, mental coach e autore del libro che racconta il percorso di vita dello sportivo, non solo quello calcistico. A essere tracciata infatti è anche la storia complessiva della sua esistenza raccontando come, dall’Amazzonia, sia riuscito a calcare i campi di serie A e B.

Jedaias Capucho Neves, meglio conosciuto come Jeda, è nato a Santarém, il 15 aprile 1979. In Italia ha militato a Vicenza, Siena, Palermo, Piacenza, Catania, Crotone, Rimini, Cagliari, Lecce e Novara. Attraverso il volume presentato ieri vuole trasmettere tutte le emozioni che gli ha regalato la sua carriera e i valori con i quali è cresciuto. Ha parlato moltissimo della sua determinazione e di come questa qualità possa "portarti a raggiungere tutto, a prescindere da quanto sia complicato il traguardo".

Il titolo è legato alle sue origini, alle quali è sempre molto legato: "Figlio del grande fiume, la mia avventura dall'Amazzonia alla Serie A". Questo perché prima di arrivare in Italia era un pescatore sul Rio delle Amazzoni. Un passato di cui non si è mai dimenticato e che lo ha portato a essere uno dei personaggi più amati de mondo del calcio contemporaneo.

Racconti e aneddoti

Sono state poi raccontate le sue stagioni calcistiche più brillanti (a Cagliari, Palermo e Lecce) e mostrate anche alcune foto delle varie stagioni. È stato infine ricordato Davide Astori, che sia Jeda che Malvasi conoscevano (Jeda nel 2020 è stato anche insignito del Premio Davide Astori).

Seguici sui nostri canali