Proposta della Lega

“Un referendum per decidere il destino di Villa Torri”

Il partito d'opposizione di Vimodrone chiede che i cittadini possano esprimersi sul progetto di riqualificazione da 2,3 milioni di euro

“Un referendum per decidere il destino di Villa Torri”
Martesana, 05 Settembre 2020 ore 10:17

“Un referendum per decidere il destino di Villa Torri”. La Lega di Vimodrone chiede che i cittadini possano esprimersi sul progetto di riqualificazione da 2,3 milioni di euro dello storico bene architettonico che si trova in centro paese.

“Un referendum per Villa Torri”

Un referendum consultivo affinché i vimodronesi possano dire la loro sul destino di Villa Torri, al centro di un progetto di riqualificazione (e finalizzato alla riapertura al pubblico dell’immobile del Settecento) voluto dall’Amministrazione guidata dal sindaco Dario Veneroni. E’ la richiesta arrivata dalla sezione del partito d’opposizione per voce del consigliere Silvio Sanfilippo. A oggi sono già stati stanziati 800mila euro, ai quali si dovrebbero aggiungere 1,5 milioni. “Si parla della realizzazione di un ristorante al primo piano e anche di un bar-circolo letterario – ha sottolineato Sanfilippo – Stiamo parlando di spendere molti soldi, che sono di tutti i cittadini di Vimodrone, per poi consegnare chiavi in mano ai privati l’unico bene architettonico di valore che ci è rimasto”.

Tutti i dettagli nel servizio che trovate sul numero della Gazzetta della Martesana in edicola e online da sabato 5 settembre 2020.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.

 

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia