Un bicchiere di vino rosso al giorno fa bene alla salute?

La risposta è affermativa: tiene a bada il colesterolo, previene i tumori e favorisce le attività cognitive. E per vino di qualità basta andare da Lorenzo Amedeo Marchi

Un bicchiere di vino rosso al giorno fa bene alla salute?
08 Marzo 2018 ore 15:44

Bere un bicchiere di vino rosso al giorno fa bene alla salute? Quante volte vi siete posti questa domanda? Bene, la risposta è sì. A dimostrarlo ci sono fior di studi scientifici che esaltano le proprietà del vino rosso. E soprattutto di una sostanza in esso contenuta in buona quantità: il resveratrolo.

I benefici di un bicchiere di vino rosso al giorno

In primo luogo, nella giusta dose il vino rosso è un alleato per perdere peso. Attiva infatti un gene che impedisce la formazione di nuove cellule grasse, stimolando contemporaneamente quelle già esistenti per depurarle ed eliminarle poco a poco. Inoltre, è anche utile per tenere a bada il colesterolo cattivo. Ciò accade per merito dell’elevato contenuto di polifenoli. Tra questi c’è il salutare resveratrolo che previene anche la formazione di coaguli. Contribuendo al mantenimento in salute del sistema cardiocircolatorio nel suo complesso. Anche l’ingente quantità di vitamina E contenuta nel vino dà una mano in questo in senso.

Proprietà anti-tumorali

Spiccate sono poi le proprietà anti-tumorali del vino. Responsabili di quest’azione tanto positiva sono sempre i polifenoli. In particolare l’azione preventiva è particolarmente efficace nella lotta allo sviluppo di cellule tumorali del seno e dei polmoni. Contro le infezioni urinarie entrano in azione le proprietà astringenti del vino che ha il potere di prevenire l’adesione dei batteri cattivi alla vescica. D’altra parte, un bicchier di vino rosso, sempre grazie ai polifenoli, ha anche il potere di risolvere quegli stati di stanchezza cronica che talvolta affliggono ciascuno di noi, restituendogli vigore ed energia.

3 foto Sfoglia la gallery

Salute orale e attività cognitiva

Altra proprietà del vino rosso è quella di mantenere in buono stato la salute orale. Irritazioni e infiammazioni delle gengive, infatti, stanno alla larga se nel proprio piano alimentare è incluso un bicchiere di vino rosso al giorno. Merito di alcune sostanze contenute nell’uva che riescono a contrastare positivamente anche l’eventuale attacco di batteri cariogeni. Non solo, sempre nell’uva sono contenute sostanze astringenti che hanno lo straordinario potere per esempio di ripulire il palato e la lingua dai grassi, permettendoci gustare meglio i diversi sapori. E l’attività cognitiva? Anche il nostro cervello trae vantaggio dalla buona abitudine di bere vino nella giusta quantità. Sempre per merito degli antiossidanti che contiene, infatti, è possibile prevenire le malattie degenerative come la demenza.

Endorfine e vini di qualità

Infine un cenno alle endorfine. Il vino rosso, in ossequio al vecchio adagio per il quale un buon bicchiere dà gioia di vivere, favorisce la produzione di queste sostanze benefiche e rilassanti del sistema nervoso da parte del nostro cervello, regalandoci buon umore. Sul sito www.lorenzoamedeomarchi.it è possibile ottenere ogni informazione sui vini rossi (ma anche bianchi e altri prodotti tipici locali) delle tre principali cantine produttrici di Toscana, Veneto e Piemonte.

 

Informazione Pubblicitaria