Le esequie

Ultimo abbraccio a Lino Di Leo: domani, sabato, i funerali del 36enne morto in un incidente

Saranno celebrate a Cologno Monzese, nella frazione di San Maurizio dove è nato e cresciuto

Ultimo abbraccio a Lino Di Leo: domani, sabato, i funerali del 36enne morto in un incidente
Martesana, 13 Novembre 2020 ore 11:51

Ultimo abbraccio a Lino Di Leo: domani, sabato 14 novembre 2020, i funerali del 36enne morto in un incidente. Saranno celebrate a Cologno Monzese, nella frazione di San Maurizio dove è nato e cresciuto.

I funerali di Lino Di Leo, due settimane dopo l’incidente

È già sicuro che la chiesa di San Maurizio al Lambro con i suoi 140 posti non sarà capace di ospitare la folla che parteciperà ai funerali del colognese Pasquale «Lino» Di Leo. Le esequie si terranno domani pomeriggio, sabato, alle 14, nella frazione che lo ha visto nascere e crescere. Visto il grande numero di amici e conoscenti che vorrà tributargli l’ultimo saluto terreno stringendosi attorno alla famiglia, Francesco Di Leo, il papà del 36enne, ha invitato tutti al pieno rispetto della normativa anti-contagio. In chiesa, complice le restrizioni legate all’emergenza sanitaria, gli spazi saranno limitati. A coloro che dovranno seguire i funerali dall’esterno Di Leo ha voluto lanciare un messaggio: “Vi prego di rispettare le regole: mantenete il distanziamento, indossate le mascherine e munitevi dell’autocertificazione”. La cerimonia verrà celebrata a quasi due settimane di distanza dall’incidente stradale avvenuto a Monza domenica 1 novembre. Poi la salma del 36enne (che lascia una moglie e tre figli piccoli, con i quali si era trasferito da circa un anno a Concorezzo, in Brianza) verrà tumulata nel cimitero di via Longarone. A seguire la funzione e il corteo saranno la Polizia Locale e la Protezione Civile, che organizzeranno un servizio dedicato per fare in modo che l’ultimo saluto a Di Leo possa essere compiuto in sicurezza.

Una lunga e dolorosa attesa

Un’attesa lunga tredici giorni che ha acuito nei familiari il dolore, che è stato anche solo lievemente arginato dai tantissimi attestati di stima arrivati dagli amici, dai compagni di squadra dei Boys e anche da colognesi e non che non hanno conosciuto direttamente Di Leo. “Ho perso un figlio troppo presto e che nessuno potrà ridarmi, ma la vicinanza che ci è stata dimostrata fa sentire me e tutta la mia famiglia meno soli – ha dichiarato il padre – Pasquale era un ragazzo speciale, capace di creare empatia. E non lo dico solo perché era mio figlio. Purtroppo i disegni divini non ci sono noti”. Ma cosa è accaduto dalla data dell’incidente (il decesso è stato constatato sul luogo del sinistro) al nulla osta ai funerali? Per capire cosa sia andato storto a livello burocratico, i familiari hanno deciso di dare mandato a un avvocato. Si sarebbe creato un problema legato all’atto di morte, la cui firma sarebbe arrivata con molto ritardo per cause ancora da accertare.

Intanto proseguono le raccolte fondi per la famiglia

Intanto proseguono le raccolte fondi promosse dopo che la notizia della scomparsa del 36enne ha iniziato a diffondersi. Una è stata lanciata dal condominio di via Tintoretto nel quale il padre di «Lino» lavora come portinaio. Un’altra è stata voluta dai Boys. La terza, invece, diventata virale sui social, è stata lanciata il 3 novembre dai colleghi di lavoro della vedova Sabrina, che lavora a Mediaset. A oggi ha già superato quota 30mila euro, grazie alle donazioni di più di 360 persone.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia