La sentenza

Uccise un 22enne a coltellate dopo una lite. Pena dimezzata

La rabbia e il dolore della madre di William Lorini, che ha annunciato il ricorso in Cassazione: "Così me l'hanno ucciso di nuovo".

Uccise un 22enne a coltellate dopo una lite. Pena dimezzata
Cronaca Melzese, 12 Dicembre 2020 ore 14:47

Pena dimezzata in secondo grado a Matteo Villa, il 29enne che uccise il liscatese William Lorini  nel maggio del 2018.

Dimezzata la condanna per l’assassino di William Lorini

Questa la sentenza emessa questa settimana dalla Corte d’assise d’appello  che ha ribaltato il pronunciamento del Gup che nel luglio dello scorso anno aveva condannato a 30 anni di carcere in rito abbreviato l’omicida del giovane.  Secondo il giudice Giovanna Iachino si deve tenere conto del passato del 29enne, fatto di violenze e soprusi subìti dal padre. Un passato che ne ha pesantemente condizionato il resto dell’esistenza. Per questo ha deciso di ridurre la pena a 16 anni.

“Me l’hanno ucciso di nuovo”

Presente al processo la madre di William, Patrizia Anderlini, che alla lettura del dispositivo  della sentenza è scoppiata in lacrime per la rabbia e la frustrazione di una decisione che ha ritenuto ingiusta. “Così me lo uccidono di nuovo”, ha detto annunciando di essere intenzionata a fare ricorso in Cassazione.

La notizia completa potete trovarla sulla Gazzetta della Martesana in edicola e in versione sfogliabile per Pc, smartphone e tablet

TORNA ALLA HOME. 

 

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità