Tentato omicidio

Ubriaco accoltella l'amico in mezzo alla piazza dopo una lite

Non erano andati al lavoro a causa della neve. Hanno preferito ubriacarsi in casa, ma la giornata è finita nel sangue.

Ubriaco accoltella l'amico in mezzo alla piazza dopo una lite
Cronaca Lodi, 29 Dicembre 2020 ore 09:56

Era ubriaco quando è esplosa la lite con un amico, quindi ha afferrato un coltello e ha colpito la sua vittima al collo al braccio e alla schiena. E' stato arrestato dopo che un passante aveva segnalato ai Carabinieri il tentato omicidio.

Non erano andati a lavorare

L'episodio è avvenuto ieri pomeriggio, lunedì 28 dicembre 2020, in Piazza Italia a San Giuliano Milanese. Protagonista dell'alterco S.H. un 26enne nato in Ucraina e residente a San Donato Milanese con precedenti penali. Stando a quanto ricostruito dai Carabinieri della Tenenza cittadina, la  lite sarebbe iniziata all'interno dell'abitazione della vittima, il 27enne V.R., dopo che i due avevano bevuto diverse birre. Entrambi muratori non si erano recati a lavoro a causa delle abbondanti nevicate.

Ubriaco lo accoltella in piazza

La lite è proseguita anche fuori dall'abitazione. Giunti in piazza Italia sono passati dalle parole ai fatti e il 26enne brandendo un coltello ha colpito al collo, alla schiena e alle braccia il 27enne. Un passante ha notato la scena ed ha immediatamente allertato il 112. Sul posto sono arrivati immediatamente i militari della Tenenza che si sono resi conto dello stato di alterazione dell'aggressore. A terra il coltello che aveva utilizzato per colpire l'amico, arma che il 26enne aveva cercato di far sparire.

Ha aggredito i Carabinieri

Alla vista dei militari l'uomo ha cercato di opporre resistenza, aggredendo a calci e pugni i Carabinieri. Che grazie all'ausilio di una seconda pattuglia sono riusciti a immobilizzare il 26enne che è stato portato in caserma. Il ferito, invece, è stato soccorso in codice giallo e trasportato al Pronto Soccorso di Vizzolo Predabissi non in pericolo di vita. Nei confronti dell'aggressore le accuse di tentato omicidio e resistenza a pubblico ufficiale. Ora si trova in carcere in attesa di convalida. L'arma, un coltello da cucina di 34 centimetri, è stato sequestrato.

TORNA ALLA HOME.