Cronaca
Emergenza Covid

Turista di Gorgonzola in Sicilia positivo al Coronavirus

L'uomo è stato posto in isolamento in una struttura ospedaliera locale. Non presenta sintomi gravi.

Turista di Gorgonzola in Sicilia positivo al Coronavirus
Cronaca Martesana, 20 Giugno 2020 ore 17:24

Sarebbe di Gorgonzola secondo le prime notizie che arrivano da Oliveri (Messina) il turista lombardo risultato positivo al Coronavirus mentre si trovava in vacanza in Sicilia.

Allarme a Messina

L'uomo non presenta sintomi gravi ed è stato posto in isolamento in una struttura ospedaliera della zona. Stava soggiornando a Oliveri. Quanto dunque si sperava non accadesse si è puntualmente verificato già all'inizio della stagione turistica. Il sindaco del piccolo Comune, Francesco Iarrera, ha però invitato tutti a evitare allarmismi, spiegando che è stata eseguita la ricerca delle persone che sono venute a contatto con lui (una "caccia" che sarebbe molto più veloce se fosse già diffusa e utilizzata nella maggioranza della popolazione la app Immuni). Si attende ancora però una definitiva conferma circa la sua residenza.

"Niente panico: distanza e mascherina"

"C’è un caso positivo di Covid-19 nel nostro territorio - ha scritto il primo cittadino siciliano sul suo profilo social - Si tratta di una persona proveniente da altra Regione, in visita ad Oliveri. Lo abbiamo già posto in isolamento, da due giorni. Appena abbiamo avuto il sospetto che potesse essere positivo, abbiamo preferito non tentennare ed è stato invitato a non lasciare la propria abitazione e evitare ogni contatto esterno. Abbiamo intercettato tutte le possibili linee di contagio e altre persone potenzialmente a rischio sono state poste immediatamente in isolamento. Non ci sono ragioni per allarmarsi e possiamo continuare a condurre le nostre attività, con quiete e distensione. Potete fermarvi al bar, nei ristoranti e chiacchierare con i vostri amici. E’ stato vitale non avere contagi durante i mesi di massima restrizione. Il periodo critico è alle spalle. Non deve sconvolgerci la presenza di nuovi casi in questa fase. È normale. Sappiamo che il virus esiste e circola. Sarà così per un po’ di tempo. Ma ciò che conta è che non faccia danni. Ed è quello che sta succedendo oggi. Dobbiamo continuare a rispettarlo ma senza lasciarci spaventare. Sarà sufficiente continuare a rispettare le misure di prevenzione in atto: mantenere la distanza di un metro e indossare la mascherina quando non è possibile mantenere la distanza di sicurezza".

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter