Menu
Cerca

Trezzo in lutto è morto il regista teatrale Vittorio Riva

Il mondo del teatro dialettale e la parrocchia sono in lutto per la scomparsa dell'anima de "il Portico", domani, giovedì dalle 12 camera ardente nel cineteatro e poi alle 15 i funerali.

Trezzo in lutto è morto il regista teatrale Vittorio Riva
Cronaca Trezzese, 17 Gennaio 2018 ore 14:40

La comunità culturale cittadina e la parrocchia in lutto per l'improvvisa scomparsa di Vittorio Riva storico regista della formazione di teatro dialettale "Il Portico" . Domani, giovedì, alle 12 camera ardente nel "suo" cineteatro e alle 15 i funerali.

Vittorio Riva era l'anima del cineteatro il Portico

Il settantaduenne è mancato ieri mattina, mercoledì, in ospedale a Monza. Era stato ricoverato qualche giorno prima per problemi cardiaci ed era stato sottoposto a un  intervento chirurgico. Purtroppo il suo cuore che ha sempre dato tanto per gli altri e per la comunità questa volta non ce l'ha fatta a sopportare quest'ultimo sforzo.  Vittorio Riva è stato infatti l'anima del cineteatro parrocchiale Il Portico.

Aveva tradotto in dialetto trezzese le commedie di Molière

Membro del Consiglio pastorale, grande appassionato di cinema e di teatro. E' stato il direttore artistico del cineforum della domenica. Ma soprattutto per anni ha diretto la compagnia teatrale amatoriale "Il Portico". I suoi cavalli di battaglia sono stati le traduzioni in dialetto di famose opere del noto commediografo francese Molière. Per anni la sua compagnia ha fatto ridere i trezzesi. Fino a quando il teatro ha chiuso per inagibilità e il gruppo si è sciolto. Ma la sua eredità è stata subito raccolta dal trio degli Sgalabrocc. Formato da tre suoi ex allievi Carlo Sironi, Massimo Giudice ed Elena Borgonovo.

L'articolo completo sul prossimo numero della Gazzetta dell'Adda in edicola da sabato 20 gennaio e online nell'edizione digitale per smartphone, tablet e pc