Cronaca
Tutto tranquillo

Trezzano, l'Oasi riapre, ma resta (quasi) deserta

L'area verde di via De Gasperi preoccupava l'Amministrazione per la possibilità di assembramenti, ma il primo giorno è filato tutto liscio

Trezzano, l'Oasi riapre, ma resta (quasi) deserta
Cronaca Trezzese, 06 Maggio 2020 ore 08:15

Trezzano, l'Oasi riapre, ma resta (quasi) deserta. L'area verde di via Di Vittorio ha riaperto i battenti oggi, martedì 5 maggio 2020, ma sono stati pochi i trezzanesi che hanno deciso di utilizzarla e le preoccupazioni dell'Amministrazione si sono rivelate infondate.

Trezzano, Oasi aperta solo al mattino

La scorsa settima l'Amministrazione di Trezzano Rosa si è a lungo confrontata per decidere se aprire o meno parchi e aree verdi a partire dal 4 maggio. Villa Ida ha poi scelto per la proroga della chiusura del parco comunale, sia per la sua posizione centrale sia perché caratterizzato da moltissimi giochi per cui nel Dpcm vige ancora il divieto di utilizzo. Un'apertura parziale è stata invece scelta per l'Oasi naturalistica. I cancelli di via De Gasperi apriranno fino al 3 giugno dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 13. Le aree con attrezzatura e giochi resteranno recintate e l'ingresso sarà consentito a un massimo di cinquanta persone.

Nessun assalto il primo giorno

Un limite, quello delle cinquanta persone, che non è stato nemmeno lontanamente sfiorato nel primo giorno di apertura. Non sono infatti  stati molti i trezzanesi che hanno deciso di recarsi all'Oasi, complice anche l'orario lavorativo. Chi ha potuto ha preferito di gran lunga le strade di campagna che circondano il paese, anche quest'ultime riaperte dopo l'ordinanza sindacale delle scorse settimane. L'area di via De Gasperi è stata per lunghi tratti della mattinata quasi completamente deserta. Presenti sul posto il consigliere con delega allo Sport Cristian Riva e il vicesindaco Daniele Grattieri per verificare che tutto si svolgesse senza assembramenti e per monitorare la situazione. La preoccupazione di Villa Ida era che trattandosi dell'unico spazio verde aperto si potessero creare assembramenti, ma così non è stato.

Il consigliere Riva e il vicesindaco Grattieri all'Oasi naturalistica

Le regole da rispettare

Nei primo giorni di lockdown l'Oasi era stata al centro di alcune polemiche che avevano portato alla chiusura del parco. Qualcuno si era persino presentato in gruppo con il pallone. Anche per questo il sindaco Diego Cataldo alla decisione di riaprire aveva affiancato un appello ai cittadini affinché rispettassero le regole, pena la nuova chiusura. L'Amministrazione ha anche realizzato degli appositi cartelli che ha affisso all'ingresso: niente esercizi sugli attrezzi, distanza di almeno un metro e obbligo di mascherina, niente allenamenti di gruppo, divieto di utilizzo delle panchine e di pic-nic. "La riapertura dei nostri parchi sarà graduale e dipenderà anche dal rispetto delle regole - aveva sottolineato il sindaco nei giorni scorsi - Confidiamo nel buon senso civico di ognuno".

Torna alla home per le altre notizie di oggi

Seguici sui nostri canali