Rogo

Tre macchine incendiate: colonna di fumo visibile a chilometri di distanza

E' accaduto a Cologno Monzese ieri, domenica 22 agosto 2021, nel tardo pomeriggio: mobilitazione dei Vigili del Fuoco, indagano i Carabinieri.

Tre macchine incendiate: colonna di fumo visibile a chilometri di distanza
Cronaca Martesana, 23 Agosto 2021 ore 12:53

Tre macchine incendiate: colonna di fumo visibile a chilometri di distanza. E' accaduto ieri, domenica 22 agosto 2021, a Cologno Monzese, nel tardo pomeriggio: mobilitazione dei Vigili del Fuoco, indagano i Carabinieri.

Tre macchine incendiate a Cologno Monzese

L'alta colonna nera è stata vista anche a diversi chilometri di distanza dal rogo, che ieri ha mandato in fumo tre auto posteggiate in via Barcellona, una traversa di viale Spagna, a San Maurizio al Lambro: si tratta di una Renault Espace, di una Fiat Punto e di una Opel Zafira, tutte è tre parecchio datate. Erano parcheggiate in fondo alla strada a fondo cieco. Sono rimaste solo le carcasse annerite.

Si pensa a un incendio doloso

Che si sia trattato di un incendio doloso sembra acclarato, anche se l'ultima parola sarà dei Carabinieri della Compagnia di Sesto San Giovanni, intervenuti ieri sul posto assieme ai pompieri del distaccamento di Sesto San Giovanni. A prendere fuoco, infatti, sono state due auto parcheggiate vicine tra loro, ma anche un altro veicolo che invece si trovava ad alcuni metri di distanza. Altamente improbabile che le fiamme magari provocate da un cortocircuito, e partite da una delle macchine che erano l'una accanto all'altra, possano aver raggiunto anche la terza. I veicoli erano di clienti della adiacente carrozzeria che si trova proprio in fondo a via Barcellona. Pare che fossero lì da tempo.

"Non sappiamo cosa sia accaduto"

"Non sappiamo cosa possa essere accaduto, l'abbiamo detto anche ai Carabinieri: ieri l'ultimo nostro collaboratore ha chiuso la carrozzeria attorno alle 14.30, perché doveva consegnare una macchina a un cliente - hanno spiegato dall'attività - Qui spesso ignoti abbandonano dei rifiuti, soprattutto scarti edili. Purtroppo non ci sono telecamere: veniamo qui per lavorare, poi una volta finito chiudiamo e torniamo a casa...".