Cronaca
Le esequie

Tragedia della gru di Torino: lacrime e rabbia per l'ultimo saluto a Marco Pozzetti

Tantissime persone hanno preso parte al funerale di Marco Pozzetti. In Parlamento, invece, i deputati hanno disertato l'audizione del ministro del Lavoro.

Tragedia della gru di Torino: lacrime e rabbia per l'ultimo saluto a Marco Pozzetti
Cronaca Martesana, 23 Dicembre 2021 ore 16:46

Lacrime e rabbia oggi, giovedì 23 dicembre 2021, durante il funerale di Marco Pozzetti, il professionista carugatese che ha trovato la morte a seguito della tragedia avvenuta a Torino sabato, quando la gru su cui stava lavorando è crollata al suolo. Con lui sono deceduti anche il collega Roberto Peretto di Cassano d'Adda e Filippo Falotico.

Lacrime e rabbia al funerale del carugatese

Nella chiesa di Sant'Andrea Apostolo a Carugate  non c'era un posto libero. All'interno dell'edificio era stato predisposto un numero contingentato di sedie, così le persone hanno affollato la piazza pur di esserci ed esprimere la vicinanza alla famiglia. La parrocchia, proprio per dare modo a tutti di partecipare alla funzione ha deciso di trasmetterla anche sul proprio canale Youtube.

Le esequie sono state celebrate dall'arciprete don Claudio Silva e don Gabriele Margutti. Sul feretro gli amici hanno messo la sua foto con la divisa della squadra di ciclismo e una maglia rossonera  da calcio. Presente il sindaco Luca Maggioni in fascia Tricolore che è anche intervenuto al termine della Messa per esprimere vicinanza alla famiglia e comunicare il lutto cittadino deciso in occasione del funerale.

Toccanti le parole del nipote che ha spiegato come Marco fosse una persona solare, ma al tempo stesso schietta e che sapeva farsi volere bene. Presenti anche Carabinieri e Polizia Locale, insieme al gonfalone. All'uscita del feretro della chiesa un grande applauso ha accompagnato l'ultimo viaggio del carugatese.

Tragedia della gru, la relazione del ministro

Intanto ieri, mercoledì 22 dicembre 2021, il ministro del Lavoro Andrea Orlando  ha relazionato in Parlamento in merito ai fatti dello scorso sabato. Un'informativa urgente che era stata richiesta proprio per avere maggiori delucidazioni su quanto avvenuto, un documento che è stato letto alla presenza di pochissimi deputati all'interno di una Camera quasi totalmente deserta. Sessanta persone in tutto quelle che si sono occupate del dramma di tre uomini morti mentre svolgevano il proprio lavoro.

Il ministro ha spiegato che le indagini sono in corso e la Procura ha chiesto l'intervento del tecnico che si è occupato della tragedia del Mottarone per effettuare una perizia sulla gru crollata al suolo. Le cause sono ancora misteriose, ma si indaga sia sul montaggio dell'attrezzatura, sia su un possibile smottamento della strada che potrebbe aver causato il cedimento e quindi il crollo.

 

Seguici sui nostri canali