Cronaca

Il testamento di don Giuseppe Locatelli

Il testamento di don Giuseppe Locatelli, indimenticato prelato di Cernusco dal 1959 al 1972, è stato reso noto dopo la sua morte.

Il testamento di don Giuseppe Locatelli
Cronaca Martesana, 24 Ottobre 2017 ore 07:00

Il testamento di don Giuseppe Locatelli, indimenticato prelato di Cernusco dal 1959 al 1972, è stato reso noto dopo la sua morte.

Il testamento

Don Giuseppe Locatelli è tornato alla Casa del Padre sabato (LEGGI QUI L'ARTICOLO). Ha lasciato uno scritto per il momento conclusivo della sua vita terrena. Ha citato le parole del Salmo 31 «Confido in Te, Signore, Tu sei il mio Dio, nelle tue mani sono i miei giorni». Di seguito il messaggio che ha rivolto ai fedeli conosciuti nei suoi anni di sacerdozio.

Il messaggio

«Carissimi, in occasione della mia morte… non lascio alcun testamento spirituale. Solo voglio esprimere tutta la mia gratitudine al Signore per il bene che mi ha voluto e per il dono della chiamata all'Ordine del Presbiterato. Colgo l'occasione per ringraziare i parenti, gli amici, i confratelli preti e tutte le persone che ho incontrato nella mia vita, in particolare quelle che mi sono state affidate dalla Provvidenza durante l'esercizio del mio ministero presbiterale.
Certamente ritengo di aver ricevuto da tutti molto di più di quello che ho saputo dare. Anche di questo rendo grazie al Signore. Mi affido alla misericordia di Dio, alla intercessione di Maria, di San Giuseppe, di tutti i Santi e delle vostre preghiere, perché sia reso degno di aver parte alla gloria di Cristo Risorto, in Paradiso».

Il funerale

In tanti in questi giorni lo stanno salutando commossi nella camera ardente allestita nella sala Ceppi a Rancio, in via San Giovanni Bosco 8, prima del funerale che verrà celebrato oggi, martedì, alle 14.30, proprio nella chiesa di Santa Maria Assunta, nel rione lecchese. Da Cernusco partiranno molti fedeli e la parrocchia ha messo a disposizione un pullman per chi vorrà dire di persona l'ultimo grazie a don Giuseppe.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter