Menu
Cerca
Telefonate sospette

Tentano di truffare l'agenzia viaggi del vicesindaco, ma le impiegate fiutano l'imbroglio e sventano il raggiro

I documenti inviati erano palesemente contraffatti, così dall'ufficio di Inzago è scattata la denuncia ai Carabinieri.

Tentano di truffare l'agenzia viaggi del vicesindaco, ma le impiegate fiutano l'imbroglio e sventano il raggiro
Cronaca Cassanese, 02 Giugno 2021 ore 08:56

I tre biglietti aerei da Napoli a Cagliari richiesti all'agenzia di Inzago valevano un migliaio di euro, ma le dipendenti hanno capito di avere a che fare con delle delinquenti e sono riuscite a non cadere nella trappola.

Agenzia viaggi di Inzago nel mirino di tre truffatrici

I malviventi non sanno più cosa inventarsi per sottrarre soldi al prossimo. Questa volta a finire nel loro mirino è stata un'agenzia viaggi da cui volevano comprare biglietti aerei da Napoli a Cagliari, del valore di circa mille euro, da rivendere, utilizzando carte di credito clonate. Una truffa tentata anche in altre attività, motivo per cui il titolare (e vicesindaco di Inzago) Carlo Maderna ha lanciato l'allarme tra i colleghi.

Le impiegate non ci sono cascate

I biglietti erano per tre donne, non inserite nel database dei clienti e quindi sconosciute per la Clio viaggi di Inzago. Quando le telefonate sono diventate sospette a causa dell'atteggiamento della persona all'altro capo del filo, che cercava di prendere confidenza con l'addetta per arrivare al suo scopo, le impiegate hanno fiutato la truffa e agito di conseguenza. Grazie alle loro richieste sono stati scoperti documenti d'identità palesemente contraffatti e, oltre a non emettere i biglietti di viaggio, il personale ha avvisato subito i Carabinieri. Il titolare Maderna ha già pensato a tutelarsi per il futuro:

"Mercoledì 26 maggio 2021 abbiamo installato un sistema di pagamento con permalink che rimanda al sito della banca in modo da essere al sicuro da qualsiasi tentativo di frode. Hanno scelto venerdì per tentare la truffa perché a noi il pagamento sarebbe apparso come andato a buon fine dato che il software dà l’autorizzazione, e solamente dopo avremmo scoperto che erano state utilizzate carte clonate".

Il servizio completo sulla Gazzetta dell'Adda e in versione sfogliabile web per pc, smartphone e tablet da sabato 29 maggio 2021.