Cronaca
Oltre al danno... la beffa

Stranieri abbandonano le auto e tornano nel loro Paese: i costi di demolizione li deve pagare il Comune

Il caso di Cologno Monzese: la Polizia Locale entro la fine del mese rimuoverà 65 veicoli "dimenticati" in strada.

Stranieri abbandonano le auto e tornano nel loro Paese: i costi di demolizione li deve pagare il Comune
Cronaca Martesana, 11 Novembre 2021 ore 17:00

Stranieri abbandonano le auto e tornano nel loro Paese: i costi di demolizione li deve pagare il Comune. Il caso di Cologno Monzese: la Polizia Locale entro la fine del mese rimuoverà 65 veicoli "dimenticati" in strada.

Auto da rimuovere, ma i costi ricadono purtroppo sul Comune

Creano degrado urbano, oltre ad alimentare una percezione di insicurezza tra i cittadini. Entro la fine del mese di novembre saranno ben 65 le automobili abbandonate che saranno rimosse dalle strade di Cologno, al termine di un lungo iter amministrativo. Una partita portata avanti dal Comando della Polizia Locale.

"Dietro la rimozione di un’auto abbandonata c’è un grande lavoro amministrativo, spesso ignorato, che richiede molto tempo - hanno spiegato l’assessore alla Sicurezza Salvatore Lo Verso e il comandante Silvano Moioli - Oggi veicolo in queste condizioni è ritenuto un rifiuto speciale, che richiede una normativa specifica e molto complessa".

Dopo la segnalazione parte il grosso del lavoro

Non bastano le segnalazioni al Polo della Sicurezza di largo Salvo D’Acquisto. Prima che un veicolo possa essere caricato sul carroattrezzi, infatti, si devono coinvolgere una serie di attori e tentare una notifica al proprietario, fino al suo ultimo domicilio noto, di un verbale di violazione insieme alla diffida di rimozione. Solo a quel punto può essere fatto sparire dal suolo pubblico e demolito. "Tutto questo lavoro è quasi sempre inutile, solo per dimostrare che il Comune ha fatto il possibile per trovare l’intestatario al fine di non commettere un danno erariale", hanno concluso Lo Verso e Moioli.

Oltre al danno c'è pure la beffa...

Ma oltre al danno c’è pure la beffa. Dei 65 veicoli identificati dalla Locale, il 90% dei proprietari è risultato essere di origine straniera.

"Forse anche e seguito del Covid hanno deciso di ritornare in fretta e furia nel loro Paese - ha osservato il sindaco Angelo Rocchi - Questo atteggiamento dimostra tutta la loro inciviltà, non solo per aver abbandonato per strada il mezzo, ma perché soprattutto "regalano" alle casse comunali tutte le spese per queste operazioni. Solo le ultime 65 rimozioni potrebbero costare al Comune fino a circa 30mila euro".