Spray urticante al concerto di Sfera Ebbasta: 6 morti e 120 feriti

Il trapper di Cinisello doveva ancora esibirsi quando intorno alla mezzanotte, nel locale in provincia di Ancona, si è scatenato il panico.

Spray urticante al concerto di Sfera Ebbasta: 6 morti e 120 feriti
Sesto, 08 Dicembre 2018 ore 09:27

Spray urticante al concerto di Sfera Ebbasta: 6 morti e 120 feriti. Il trapper di Cinisello doveva ancora esibirsi quando intorno alla mezzanotte, nel locale in provincia di Ancona, si è scatenato il panico. Sei persone sono rimaste schiacciate.

Spray urticante al concerto di Sfera Ebbasta: 6 morti e 120 feriti

E’ drammatica la notizia che arriva da Corinaldo, in provincia di Ancona, dove ieri sera era in programma il concerto di Sfera Ebbasta, all’interno di una discoteca. Secondo quanto si apprende il concerto non era ancora iniziato quando attorno a mezzanotte, forse a causa di un odore acre che si è diffuso nell’aria dovuto ad uno spray urticante spruzzato da qualcuno, si è scatenato il panico all’interno del locale e un fuggi fuggi generale.

Il bilancio è tragico: sei persone sono morte schiacciate. Si tratta di due ragazzi, tre ragazze e la madre di una ragazzina che aveva accompagnato la figlia al concerto. Altre 120 sono rimaste ferite e sono state trasportate nei diversi ospedali della zona. Almeno dieci di queste sarebbero in gravi condizioni.

Il locale è stato posto sotto sequestro.

Stesso episodio a settembre a Cuneo

Un episodio simile era già avvenuto nel settembre scorso in provincia di Cuneo, sempre ad un concerto del cinisellese. In quel caso 20 giovanissimi erano rimasti intossicati. QUI LA NOTIZIA

TORNA ALLA HOME PAGE PER IL RESTO DELLE NOTIZIE.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo: