Spazio Arte diventa la nuova "Casa dei giovani"

La Giunta intende trasformare il centro di via Maestri del Lavoro in un polo dove sviluppare attività aggregative e associative dedicate ai sestesi under 30

Spazio Arte diventa la nuova "Casa dei giovani"
Sesto, 21 Luglio 2018 ore 12:00

A Sesto San Giovanni nasce un nuovo polo dedicato agli Under 30. Alla ricerca di un luogo di riferimento per le fasce più giovani della popolazione, l’Amministrazione punta su Spazio Arte che diventerà una "Casa dei giovani". Un luogo dove concentrare servizi dedicati ai ragazzi sestesi. Un po’ come la Casa delle Associazioni rappresenta il quartier generale dei sodalizi cittadini.

Il primo passo è il trasloco di Informagiovani

Il progetto decollerà con il trasferimento nel centro di via Maestri del Lavoro dello sportello Informagiovani. Il trasloco dalla sede attuale in via Marconi è in programma entro fine mese.  "E' una soluzione che va a integrare i servizi del Comune con alcune realtà giovanili sul modello della Casa delle Associazioni". Commenta l'assessore alle Politiche giovanili Roberta Pizzochera. "Con questa scelta puntiamo su una sinergia che porti un piano di attività aggregative e associative rivolte agli under 30. Siamo fiduciosi che si potranno creare concrete opportunità di condivisione e svago e stiamo già lavorando nello sviluppo di iniziative con i giovani al centro. Il nostro obiettivo è dare vita agli spazi comunali rendendoli attrattivi per la città e portandoli a diventare base di attività e progetti comuni".

Anche SestoNetwork si occuperà della gestione del centro

L'Informagiovani si occuperà prioritariamente del buon funzionamento dello spazio aggregativo all'interno del quale si svolgeranno attività̀ sia gestite dal servizio che dai diversi gruppi giovanili. Per entrambi i servizi, Informagiovani e spazio aggregativo, il target di riferimento sarà under 30. Il piano prevede che l'associazione SestoNetwork, nelle vesti di coadiutore del progetto e in rappresentanza dei gruppi giovanili, si faccia carico, fuori dagli orari degli operatori comunali, di aprire e chiudere lo spazio per permettere lo svolgimento delle diverse attività, nonchè verificare il regolare e rispettoso uso dei locali.