Cronaca
Il fatto

Sotterravano nel parco pubblico l'asfalto che dovevano rimuovere, sequestrato il cantiere stradale

Operazione della Polizia Locale di Cologno Monzese. Denunciato il titolare dell'azienda.

Sotterravano nel parco pubblico l'asfalto che dovevano rimuovere, sequestrato il cantiere stradale
Cronaca Martesana, 29 Luglio 2022 ore 10:48

L'azienda doveva rifare il marciapiede, ma invece che smaltire correttamente l'asfalto vecchio lo seppelliva sotto il terreno del parco di via Chioggia a Cologno Monzese. Di qui l'intervento della Polizia Locale che ha sequestrato il cantiere.

Sequestrato un cantiere a Cologno Monzese

Il blitz è scattato mercoledì scorso in via Chioggia e via Rovigo. Qui un'azienda di Latina si era aggiudicata la commessa per il rifacimento del marciapiede. Il progetto prevede non solo la sostituzione del manto superficiale di asfalto, ma anche la riduzione della larghezza del manufatto da 2 a 1,5 metri. Ciò infatti, consente di ampliare gli stalli di sosta per le auto, mentre i pedoni possono già usufruire del marciapiede che si trova sul lato opposto. Inoltre quello oggetto dell'intervento è a ridosso del parco pubblico, dove appunto chi va a piedi può circolare senza disturbo.

Sembrava procedere tutto regolarmente, ma all'occhio attento di alcuni cittadini non sono sfuggite alcune anomalie nella gestione del cantiere. Come per esempio la presenza di strane buche a ridosso del marciapiede all'interno del parco. E così, fingendosi degli umarel, ovvero i pensionati che trascorrono il tempo libero osservato i cantieri, hanno avuto materiale utile da comunicare alla Polizia Locale.

Il servizio completo nell'edizione della Gazzetta della Martesana in edicola e nell'edizione sfogliabile online per smartphone, tablet e Pc da sabato 23 luglio 2022.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter