Il piano è naufragato

Si tuffa nel Lambro per sfuggire ai Carabinieri: arrestato con mezzo chilo di eroina

Per uscire, a causa dell'acqua troppo alta ha dovuto chiedere aiuto ai carabinieri che lo stavano seguendo

Si tuffa nel Lambro per sfuggire ai Carabinieri: arrestato con mezzo chilo di eroina
Cronaca 06 Marzo 2021 ore 12:44

Durante l’immersione in acqua ha gettato un involucro contenete un panetto di eroina di 525 grammi.

Vede un posto di blocco, scappa a piedi e si getta nel Lambro

Ha visto un posto di blocco dei Carabinieri, è sceso dalla sua auto e ha iniziato a correre a piedi nella boscaglia per poi buttarsi nel fiume Lambro, senza però riuscire a raggiungere l’altra sponda. E’ stato arrestato per resistenza a Pubblico Ufficiale e detenzione illecita di stupefacenti P.U. il 31enne, pluripregiudicato, di nazionalità marocchina che nel pomeriggio di ieri si è reso protagonista di una singolare fuga.

A causa dell’acqua troppo alta è tornato indietro e per uscire dal fiume ha dovuto chiedere aiuto ai militari

Il fatto è successo sulla Strada Provinciale 415 all’altezza di via fiume Lambro. I militari hanno intimato l’alt ad una autovettura Fiat Panda sospetta. Il passeggero, per sottrarsi al controllo dei carabinieri è sceso dal veicolo ed è fuggito a piedi nella boscaglia per poi immergersi nel fiume Lambro, senza riuscire a raggiungere l’altra sponda per via dell’acqua alta.  L’uomo è cosi dovuto tornare  in direzione del militare capo equipaggio che lo aiutava ad uscire dal corso d’acqua, fermandolo in sicurezza.

I carabinieri in servizio hanno notato che durante l’immersione l’uomo gettava in acqua un involucro contenente un panetto di eroina di 525 grammi, che veniva recuperato e sottoposto a sequestro. Dopo i controlli in caserma il cittadino di nazionalità marocchina è stato accompagnato nel carcere milanese di San Vittore in attesa del processo