Via libera

Sfalci del verde presso l’isola ecologica, a Cassano d’Adda ora è possibile

L'ordinanza regionale che fino alla scorsa settimana limitava le attività manutentive dei giardini privati a interventi finalizzati a rimuore situazioni di reale pericolo è stata modifica. E quindi il Comune ha riaperto la struttura di via Newton.

Sfalci del verde presso l’isola ecologica, a Cassano d’Adda ora è possibile
Cassanese, 17 Aprile 2020 ore 15:32

E’ possibile tornare a conferire gli sfalci del verde presso l’isola ecologica di Cassano d’Adda. Il Comune ha riaperto la struttura, dopo che la Regione ha modificato l’ordinanza restrittiva legata alla manutenzione del verde privato.

L’isola ecologica di Cassano d’Adda riapre per conferire gli sfalci del verde

Sino alla scorsa settimana l’ordinanza n. 522 del 6 aprile 2020 della Regione Lombardia limitava le attività manutentive dei giardini privati ad interventi finalizzati a rimuovere situazioni di reale pericolo; questa limitazione non è stata riproposta nella nuova ordinanza (la n. 528 dell’11/4/2020). E così, da martedì 14 aprile 2020 sono quindi possibili tutti gli interventi di manutenzione del verde nei giardini privati, ad esclusione delle nuove realizzazioni.

Le altre prescrizioni

Inoltre in data 10 aprile 2020 il Governo ha emanato un nuovo Dpcm, entrato in vigore martedì 14 aprile 2020 e valido fino a domenica 3 maggio 2020. Nell’Allegato 3 di tale Decreto le attività di manutenzione del verde, nello specifico quelle del codice Ateco 81.30 (cura e manutenzione del paesaggio, inclusi parchi, giardini e aiuole), possono essere eseguite senza alcuna limitazione con la sola esclusione delle operazioni di realizzazione di nuovi giardini. Di conseguenza, la citata ordinanza 528 di Regione Lombardia non fa alcuna diversa limitazione per il settore florovivaistico rispetto al Dpcm del 10 aprile 2020.

Le imprese devono operare con i riguardi del caso

Il Comune ricorda, relativamente alle attività di manutenzione del verde, che nonostante le “aperture” di Governo e Regione Lombardia ad alcune attività, “siamo ancora in piena emergenza epidemiologica e che è responsabilità delle imprese applicare tutte le procedure per il contrasto ed il contenimento della diffusione di Covid-19. La necessità di avviare le proprie attività deve tenere conto della salvaguardia della salute propria e dei propri lavoratori, anche per le conseguenze civili e penali che possono derivare da comportamenti non corretti”.

E’ pertanto necessario adeguarsi alle disposizione contenute nel protocollo che si può scaricare a questo indirizzo e all’aggiornamento dei documenti relativi alla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro.

Gli interventi manutentivi dei singoli cittadini

Laddove non intervengano ditte manutentrici del verde, quindi nel caso dello sfalcio del verde della singola villetta effettuato da privato, il cittadino può conferire in piattaforma ecologica gli sfalci del verde, munito di autocertificazione che ne attesti la stretta e specifica necessità. In tal caso si ricorda che devono essere seguite con scrupolo le norme igieniche dettate dal Ministero e da Regione Lombardia.

Il monito del Comune

“Si ricorda che in piattaforma ecologica è possibile conferire con autocertificazione accompagnatoria e per reale necessità, pertanto è auspicabile ed importante che chiunque abbia soluzioni alternative le adotti al fine di attenersi alle disposizioni di limitazione della circolazione delle persone, per evitare quanto più possibile la diffusione del virus Covid -19”, ha concluso il Comune nel comunicato.

Clicca qui leggere, scaricare e stampare l’informativa.

Clicca qui per tornare alla home page e leggere altre notizie del giorno.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia