Sanità in Martesana

Senologia a Melzo stop alle operazioni chirurgiche: saranno effettuate solo a Melegnano

L'organizzazione della Breast unit dell'Asst prevede la centralizzazione degli interventi presso la struttura di Vizzolo Predabissi.

Senologia a Melzo stop alle operazioni chirurgiche: saranno effettuate solo a Melegnano
Cronaca Melzese, 27 Dicembre 2020 ore 15:44

Stop alle operazioni chirurgiche di oncologia mammaria nell'ospedale di Melzo. L'Asst Melegnano Martesana ha deciso di accentrarle presso la sede di Vizzolo Predabissi.

Senologia a Melzo senza chirurgia

A dare la notizia è stato il sindaco di Melzo Antonio Fusè che aveva inviato una lettera all'azienda ospedaliera per chiedere chiarimenti sul prosieguo degli interventi all'ospedale Santa Maria delle Stelle dopo che la scorsa estate si era tornato a utilizzare le sale chirurgiche e il criostato donato al nosocomio grazie alle donazioni dei cittadini melzesi. Dalla direzione sanitaria, però, è arrivata una risposta inattesa: gli interventi chirurgici si terranno solo a Vizzolo.

L'organizzazione della Breast unit

La Breast unit aziendale è un’organizzazione che prevede il coinvolgimento di diversi professionisti in tutta l’azienda e non solo visto che è condivisa con il Policlinico di San Donato

ha spiegato il direttore sanitario dell'Asst Stefano Schieppati

Si tratta di un’attività che si compone di diverse prestazioni diagnostiche e terapeutiche: gli ambulatori senologici di visita per inquadramento e follow up, le prestazioni radiologiche (mammografia, ecografia e risonanza), il confronto tra specialisti di diverse branche per la discussione dei casi, il ricovero per interventi e l’esecuzione di chemioterapie. L’atto chirurgico è solo un momento del percorso di diagnosi e cura della patologia oncologica mammaria ed è centralizzato per motivi organizzativi e gestionali che nulla tolgono alla chance di cura delle donne del territorio dell’Asst.

Il rammarico del sindaco

Una risposta che ha lasciato l'amaro in bocca al sindaco Fusè che, nel rispetto dell'autonomia gestionale dell'azienda ospedaliera, ha comunque inviato una seconda lettera per esprimere la propria delusione nel vedere depotenziata la struttura melzese di un servizio molto richiesto e stimato. Lettera cui non è ancora arrivata risposta.

La notizia completa potete trovarla sul giornale in edicola e in versione online per Pc, smartphone e tablet.

TORNA ALLA HOME.