Cronaca
incredibile

Sei adolescenti su un'auto rubata, al volante c'è un 15enne. Tutti denunciati

E' successo domenica 21 marzo a Inzago.

Sei adolescenti su un'auto rubata, al volante c'è un 15enne. Tutti denunciati
Cronaca Cassanese, 22 Marzo 2021 ore 13:04

Sei adolescenti a bordo di un'automobile rubata. Al volante un quindicenne. Una bravata finita con una denuncia per tutti.

In sei su un'auto rubata

Nel pomeriggio di domenica 21 marzo 2021, una 24enne ha denunciato il furto dell'auto della madre, avvenuto la notte precedente a Pozzuolo Martesana.  Mentre tornava dalla caserma di Cassano d'Adda, però, la donna ha notato l'auto sulla Padana in direzione di Inzago e ha immediatamente allertato il 112.

L'incidente

La  centrale operativa dei Carabinieri ha provveduto a  inviare immediatamente un equipaggio della sezione Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Cassano d’Adda che ha rintracciato il mezzo. Il conducente, che procedeva a bassa velocità, per una manovra errata ha perso il controllo dell’auto andando a  urtare un muretto di delimitazione del marciapiede all'intersezione stradale tra le vie Montale e Boccaccio di Inzago. Dal veicolo sono quindi scesi sei giovani. I  militari sono riusciti immediatamente a bloccare e  identificare il conducente del mezzo, un 15enne italiano, studente, ovviamente sprovvisto di patente di guida, un 16enne ucraino, studente, una 14enne italiana, studentessa, un 19enne italiano, studente, una romena 15enne e  un ulteriore passeggero in corso di identificazione. Sul posto è intervenuto anche il personale del 118, ma nessuno dei giovani ha fatto ricorso a cure mediche.

La denuncia

L’autovettura è stata restituita alla proprietaria, mentre tutti gli occupanti del veicolo sono stati deferiti in stato di libertà per il reato di ricettazione e  il minore conducente del mezzo è stato anche denunciato in stato di libertà per guida senza patente. Il 16enne ucraino è stato invece  denunciato per il reato di resistenza a pubblico ufficiale. Al termine delle operazioni i minori sono stati affidati ai rispettivi familiari.