Seggiano si fa bella camion al lavoro per rifare l'ingresso

Da un lato procede il cantiere per il nuovo supermercato, dall'altro si punta a cambiare faccia all'ingresso del paese.

Seggiano si fa bella camion al lavoro per rifare l'ingresso
Martesana, 28 Febbraio 2018 ore 11:46

Camion che prendono la terra da un lato della strada e la scaricano dall’altra. Non si tratta di una nuova discarica a ciel sereno, ma del famoso «due piccioni con una fava». Perché in un colpo solo l’Amministrazione punta a riqualificare interamente l’ingresso di Seggiano.

Seggiano cambia faccia

Spartiacque dei lavori la nuova Pobbiano-Cavenago. Sul lato est, infatti, procede a ritmi serrati il cantiere per la realizzazione di un nuovo supermercato, con tanto di parcheggi fronte negozio e la riqualificazione dell’area circostante. Stando a quanto comunicato dall’azienda incaricata delle operazioni, il capannone di vendita sarà pronto già per giugno.  Dovendo gli operai scavare diverse tonnellate di terreno buono (quello agricolo) che sarebbe finito in discarica o rimasto inutilizzato, il Comune ha deciso di approfittarne per provvedere al rifacimento della zona verde a ovest della Pobbiano-Cavenago.

Un nuovo boschetto e fiori colorati

Là dove un tempo correva la vecchia Sp121, infatti, per anni è rimasta una larga depressione con terra incolta e abbandonata a se stessa. L’intenzione dell’Amministrazione è quella di riempirla, parificare il livello e procedere alla piantumazione di alberi di vario tipo in modo da dare una migliore connotazione estetica all’ingresso di Seggiano. Sempre in questa ottica, infatti, si procederà anche con la riqualificazione della rotonda all’incrocio con via Dalla Chiesa che sarà ravvivata e colorata da una macchia di oleandri e altri fiori.

Si risparmiano 53mila euro

L’utilizzo della terra di risulta dei lavori del vicino cantiere permetterà un risparmio non indifferente alle casse comunali: infatti il costo al metro cubo è di circa 23 euro che, moltiplicati per i 2mila metri cubi che necessitano, avrebbe comportato una spesa di circa 53mila euro. «Continuiamo a lavorare nella riqualificazione dei punti di accesso della città, da tempo abbandonati a stessi - ha spiegato l’assessore all’Urbanistica Saimon Gaiotto - Il prossimo passo sarà la sistemazione della rotonda tra via Milano e via Torino».