Sea Watch da Pioltello parte l’appello alle massime cariche dello Stato

Gli studenti del Machiavelli hanno dato avvio a una petizione per chiedere lo sbarco dei 47 esseri umani.

Sea Watch da  Pioltello parte l’appello alle massime cariche dello Stato
Martesana, 29 Gennaio 2019 ore 10:22

La situazione della Sea Watch, in mare aperto in attesa di sbarcare il suo carico di rifugiati in un porto sicuro, è arrivata anche in città. L’Amministrazione comunale di Pioltello ha lanciato un appello alle massime cariche dello Stato affinché non restino indifferenti.

Sea Watch l’appello del Comune

L’Amministrazione ha raccolto l’invito degli studenti del Liceo Machiavelli di scrivere una lettera al presidente della Repubblica Sergio Mattarella,  a quelli del Senato e Camera (Maria Elisabetta Alberti  Casellati Roberto Fico) e al presidente del Consiglio Giuseppe Conte per chiedere di far sbarcare i 47 esseri umani a bordo della nave dell’Ong che li ha recuperati in mezzo al Mediterraneo.

Iniziativa partita dai ragazzi

Una iniziativa che muove le fila dalla proposta presentata dai ragazzi del liceo Machiavelli nel corso dell’appuntamento di sabato in occasione della Giornata memoria.  All’incontro erano presenti gli studenti e Luisa Steiner, sfuggita ancora piccolissima all’Olocausto. Nel corso dell’incontro il tema dell’accoglienza è tornato d’attualità, con la proposta lanciata dai giovani e raccolta dal sindaco Ivonne Cosciotti.

La lettera a Mattarella

Così ieri, lunedì 28 gennaio,  è stata inviata una lettera indirizzata a Mattarella dal titolo “No all’indifferenza, appello per lo sbarco dei 47 esseri umani a bordo della Sea Watch 3”.  Una lettera firmata dal sindaco e dal suo vice a nome dell’Amministrazione.

L’Amministrazione comunale di Pioltello condivide e raccoglie la volontà espressa durante l’incontro per le celebrazioni della Giornata della Memoria con i cittadini, gli studenti e i docenti dell’Istituto Superiore Niccolò Machiavelli, avvenuto il 26 gennaio scorso a Pioltello, e Le chiede
di intraprendere tutte le iniziative utili affinché i 47 essere umani a bordo della nave Sea-Watch 3 siano fatti sbarcare subito in strutture adeguate all’accoglienza, nel rispetto dei diritti inalienabili garantiti dalla nostra Costituzione, dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo, dal Diritto del Mare e dai principi più elementari di umanità che impongono il rispetto della dignità, della salute fisica e psichica di ogni essere umano, qualunque sia la nazionalità, il genere, il colore della pelle o il contesto politico in cui questi fatti avvengono.
È l’appello naturale di una comunità pacifica e civile, non disponibile all’oblio, a sottrarsi a un monito che dà senso alla nostra dedizione al ricordo: perché ciò che di atroce l’umanità ha saputo ordire non si ripeta più, mai più.
Con le macerie delle stragi, note e meno note, rinforziamo gli argini delle nostre coscienze perché domani non si debbano celebrare nuove giornate per nuovi naufragi, nuovi massacri, nuove deportazioni, nuovi muri. Nuovi rimorsi per non aver visto, per non aver voluto vedere.
NO ALL’INDIFFERENZA
L’Amministrazione Comunale di Pioltello

Raccolta firme aperta alla cittadinanza

I ragazzi del Machiavelli hanno deciso anche di dare avvio a una raccolta firme aperta a tutti i cittadini. E’ possibile sottoscriverla rivolgendosi presso il Municipio di piazza dei Popoli, in biblioteca o direttamente nella sede centrale del liceo in via Rivoltana. Dai prossimi giorni sarà attiva anche una petizione online sul sito change.org.

TORNA ALLA HOME PAGE PER IL RESTO DELLE NOTIZIE. 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia