Menu
Cerca
Una vicenda incredibile

Scoprono che il figlio è omosessuale, accusano le amiche di averlo “plagiato” e le minacciano

I genitori delle giovani hanno sporto querela ai Carabinieri a seguito delle intimidazioni della famiglia dell'adolescente nei confronti delle figlie.

Scoprono che il figlio è omosessuale,  accusano le amiche di averlo “plagiato” e le minacciano
Cronaca Cassanese, 01 Maggio 2021 ore 08:36

Hanno scoperto che il figlio è omosessuale, ma secondo loro sarebbe stato condizionato da due amiche. E così le hanno minacciate, intimando loro di stargli lontano. Nei giorni in cui esplode  in tutta Italia il dibattito sul Ddl Zan  (con tanto di “caso Fedez” in diretta nazionale al Concertone del Primo Maggio), una storia incredibile arriva dall’Adda Martesana

Scoprono che il figlio è omosessuale e attaccano le amiche

Lui è un adolescente residente in Martesana che ha confidato alle amiche di essere omosessuale. Nessun problema nella compagnia che frequenta, per tutti era sempre la stessa persona. Ma  la famiglia non lo ha accettato, e quando lo ha scoperto ha iniziato a minacciare le due giovani intimando di stare alla larga dal figlio, pena gravi conseguenze. Il motivo? Secondo loro sarebbero state le ragazze a “plagiarlo”.

La querela per minacce ai Carabinieri

Le famiglie delle due ragazze non sono certo rimaste a guardare e, una volta raccolte le prove, hanno portato il materiale ai Carabinieri e sporto querela per le minacce ricevute dai parenti del giovane. “Non vi avvicinate a casa nostra, altrimenti vedrete cosa vi succede”, il tenore dei messaggi arrivati. La vicenda è ora in mano alle Forze dell’ordine che hanno inviato un’informativa al Tribunale ordinario e ai Servizi sociali. Le indagini sono in corso.

Il servizio completo sulla Gazzetta dell’Adda in edicola e in versione sfogliabile web per pc, smartphone e tablet da sabato 1 maggio 2021.