Cronaca
Emarginazione e degrado

Scoperto dormitorio abusivo per clandestini: nel seminterrato una discarica con tremila pneumatici

Blitz della Polizia Locale di Cologno Monzese in uno stabile sequestrato e sottoposto a curatela giudiziaria: sette denunciati.

Scoperto dormitorio abusivo per clandestini: nel seminterrato una discarica con tremila pneumatici
Cronaca Martesana, 19 Marzo 2021 ore 12:23

Scoperto dormitorio abusivo per clandestini: nel seminterrato una discarica con tremila pneumatici. Blitz della Polizia Locale di Cologno Monzese in uno stabile sequestrato e sottoposto a curatela giudiziaria.

Dormitorio abusivo scoperto dalla Polizia Locale

E' di sette denunciati il bilancio dell'operazione eseguita martedì 16 marzo 2021 dal Nucleo controllo del territorio del Comando di Cologno all'interno di uno stabile di via Mascagni. Al piano terra, che ospitava fino a qualche anno fa un'azienda di informatica poi fallita, sono state trovate cinque persone, di cui quattro nordafricani irregolari in Italia e con precedenti penali e una donna italiana. Avevano diviso lo spazio in "stanze", usando tende e teloni, con tanto di mobilio.

La discarica di pneumatici nel seminterrato

Nel locale seminterrato, invece, all'interno del quale nel 2016 la stessa Polizia Locale aveva scoperto un'officina abusiva, gli agenti guidati dal comandante Silvano Moioli hanno invece rinvenuto una mega discarica di pneumatici usati. Il locale era finito allora sotto sequestro, con tanto di sigilli che sono stati rimossi illegalmente.

A dare l'allarme è stato il curatore fallimentare

A segnalare la presenza degli occupanti alla Locale è stato il curatore fallimentare a cui è stato affidato dal Tribunale il piano terra. A finire nei guai oltre agli abusivi sono state altre due persone: l'inquilino dell'appartamento al primo piano dello stabile industriale di via Mascagni (anch'egli magrebino, che aveva acquistato all'asta l'immobile), che ha permesso l'accesso al seminterrato trasformato in discarica, e un altro nordafricano, proprietario dell'ingente quantitativo di gomme: gli pneumatici erano pronti per partire in direzione dell'Africa, mercato "fiorente" per questa tipologia di materiale. Peccato che siano a pieno titolo dei rifiuti speciali, che andrebbero stoccati e trattati come tali. I sette sono accusati a vario titolo della violazione dei sigilli e delle normative in tema di immigrazione e ambiente.

Il plauso dell'assessore alla Sicurezza

"Prima di tutto desidero ringraziare la nostra Polizia Locale  e il Nucleo di Polizia giudiziaria e controllo del territorio per l'ennesimo intervento svolto a garanzia della città - ha spiegato l'assessore alla Sicurezza Salvatore Lo Verso - Grazie a una segnalazione si è potuto sventare il grosso pericolo ambientale rappresentato da migliaia di pneumatici accatastati in un'area posta sotto sequestro. Al di là dei diversi reati commessi, tra cui la presenza di quattro clandestini senza permesso di soggiorno, voglio evidenziare che se vengono fatte le segnalazioni le istituzioni, in questo caso la Polizia Locale, riescono com'è giusto a far rispettate le regole a beneficio di tutti".

7 foto Sfoglia la gallery