Cronaca

Sciopero alla Alstom Transport contro l'esternalizzazione

L'annuncio della società francese ha provocato la reazione di lavoratori e sindacati: martedì presidio in via Fosse Ardeatine

Sciopero alla Alstom Transport contro l'esternalizzazione
Cronaca Sesto, 20 Ottobre 2017 ore 19:00

Sciopero dei lavoratori della Alstom Transport, contro la decisione annunciata dall'azienda francese di esternalizzare entro la fine dell'anno il magazzino e l'area logistica.

Immediata risposta dei sindacati

Fiom Cgil e Uilm Uil hanno immediatamente indetto uno sciopero per martedì 24 ottobre. Sei ore di astensione dal lavoro, a partire dalle 6, con presidio davanti ai cancelli dello stabilimento di via Fosse Ardeatine 120. La notizia della futura esternalizzazione è stata diffusa a pochi giorni di distanza dall'annuncio della fusione con Siemens. All'orizzonte c'è infatti un matrimonio che farà nascere un "gigante" nel settore ferroviario.

Timori per i 25 lavoratori

Nel magazzino e nell'area logistica dell'azienda sono impiegati al momento 25 addetti. "Non è ancora nota la società che dovrebbe acquisire il ramo aziendale - hanno spiegato i sindacati in una nota - Si tratta di un’operazione che non ha alcuna logica produttiva e di efficientamento, anzi rischia di creare disfunzioni organizzative".

"L'azienda fa un passo avanti e due indietro"

L’annuncio della volontà di esternalizzare è arrivato nel bel mezzo di una difficile discussione sul rinnovo del contratto integrativo aziendale, "con i vertici di Alstom che fanno un passo avanti e due indietro - hanno aggiunto Fiom e Uilm - E a pochi giorni dall'annuncio europeo di fusione con Siemens ferroviaria questo non è un buon biglietto da visita. Alstom deve acquisire competenze e attività e non cederle: non lasceremo nulla di intentato per impedire che si spacchetti l’attività del sito".

Il tutto mentre i "cugini" di General Electric tornano a sperare

Giovedì, a seguito del vertice avuto al ministero dello Sviluppo economico, General Electric (ex Alstom Power) aveva annunciato che cinque società sono disponibili e interessate ad acquisire lo stabilimento di viale Edison.

 

Seguici sui nostri canali