Espulso dalla Germania

Sbarca dall’aereo e finisce in manette. Su di lui un mandato di cattura europeo

A suo carico l'accusa di associazione di tipo mafioso e traffico di sostanze stupefacenti.

Sbarca dall’aereo e finisce in manette. Su di lui un mandato di cattura europeo
08 Agosto 2020 ore 12:11

E’ sbarcato in Italia per saldare il suo debito con la giustizia. Mercoledì mattina A.K. cittadino nigeriano di 26 anni è stato arrestato dalla Polizia di Frontiera di Linate.

Era stato espulso dalla Germania

L’uomo è sbarcato all’aeroporto di Linate accompagnato dagli uomini della polizia tedesca in quanto era stato espulso dalla Germania in quanto persona non gradita. Il volo su cui viaggiavano proveniva da Francoforte. Peccato che nel paese teutonico si fosse presentato con un nome diverso da quello con cui era noto in Italia e in tutta Europa.

Mandato di cattura europeo

Giunto in Italia, infatti, il 26enne è stato sottoposto a controlli mirati da parte dei poliziotti di Linate. Grazie al controllo incrociato sulle impronte digitali è emerso che il cittadino straniero era già ricercato nel Bel Paese sotto un nome diverso rispetto a quello che aveva usato in Germania. Come se non bastasse l’uomo era colpito da un mandato di arresto europeo per associazione di tipo mafiosa e traffico di sostanze stupefacenti. Il 26enne è stato arrestato e accompagnato presso il carcere di San Vittore.

TORNA ALLA HOME

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia