Cronaca

Rubata la stella natalizia; rovinato il Natale del sodalizio

A Trecella. Nella notte tra sabato e domenica è stata asportata la decorazione che era stata posizionata dall'associazione culturale Pozzuolo-Trecella.

Rubata la stella natalizia; rovinato il Natale del sodalizio
Cronaca Cassanese, 19 Dicembre 2017 ore 17:34

Rubata la stella natalizia dell'associazione culturale Pozzuolo-Trecella. Un gesto molto triste che ha rovinato le festività agli esponenti del sodalizio.

Rubata la stella

I Vandali sono entrati in azione nella notte tra sabato e domenica. "Ci eravamo trovati per scambiarci gli auguri e, per l'occasione avevamo decorato la sede con una bella stella - ha spiegato il segretario del sodalizio Domenico Ghezzi - Quando però verso le 9 di domenica siamo tornati in sede per sistemare un po', abbiamo avuto la brutta sorpresa, la stella non c'era più".

Una piccola investigazione

Ghezzi non si è rassegnato alla perdita della stella. "Era decorata con i festoni come quelli che si mettono sugli alberi di Natale e ho seguito le tracce che mi hanno portato sul retro della sede ma la stella non c'era", ha raccontato Ghezzi che successivamente si è rivolto al sindaco per sapere se in piazza San Marco. "Ho chiesto al primo cittadino se ci fossero le telecamere in piazza per capire cosa era successo ma mi ha detto che la zona non era coperta dalla videosorveglianza".

Doppio rammarico

A rammaricare gli esponenti dell'associazione culturale Pozzuolo-Trecella non è solo il furto della stella, ma anche il fatto che la decorazione era stata prestata a loro da un volontario del Vos di Gorgonzola. "Era costruita a mano e molto probabilmente nell'asportarla l'hanno anche rotta - ha commentato Ghezzi - Ci siamo rimasti doppiamente male anche perché non solo era molto bella ma ci era anche stata prestata. La ricostruiremo, non fosse altro che per restituirla".

"Ragazzi di fuori"

"Credo che si tratti di una ragazzata - ha spiegato il sindaco Angelo Caterina - Probabilmente non si rendono neanche conto di quello che hanno fatto. Credo che si tratti di un gruppo di ragazzi di fuori paese di cui mi era stata segnalata la presenza nella notte tra sabato e domenica".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter