Cronaca
cronaca

Ruba un'auto e fugge dai Carabinieri: arrestato

Inseguimento notturno sulla Padana. In manette un 28enne di Vimodrone.

Ruba un'auto e fugge dai Carabinieri: arrestato
Cronaca Martesana, 27 Aprile 2021 ore 12:15

Ha rubato un'auto e ha provato poi a fuggire dai Carabinieri, prima a bordo del veicolo e poi a piedi, ma è finito in manette.

Ruba un'auto e tenta la fuga

Nella notte tra lunedì 26 e martedì 27 aprile 2021, i Carabinieri della Sezione Radiomobile della Compagnia di Sesto San Giovanni, con l’ausilio dei militari del Comando Tenenza di Cologno Monzese hanno arrestato  per furto e resistenza a pubblico ufficiale un 28enne italiano, originario della provincia di Brindisi ma domiciliato a Vimodrone, con precedenti per furto e violazione della normativa inerente gli stupefacenti.

L'equipaggio della Radiomobile, transitando sulla strada statale Padana Superiore in territorio di Vimodrone per un normale servizio di controllo, ha notato una Ford Focus che stava percorrendo l’arteria stradale, decidendo di procedere ad un controllo.

L'inseguimento

Cercando di far capire le proprie intenzioni al conducente, i militari hanno attivato prima i dispositivi luminosi, poi quelli sonori ma, nonostante i segnali, il conducente ha bruscamente accelerato, cercando di far perdere le proprie tracce. Ne è nato un inseguimento che ha interessato parzialmente anche il Comune di Segrate per terminare nuovamente a  Vimodrone, lungo il naviglio Martesana, dove l’uomo, vistosi ormai braccato dalle pattuglie coordinate dalla Centrale Operativa, ha deciso di abbandonare il mezzo e fuggire a piedi, venendo fermato dopo essersi introdotto nella corte di un condominio poco distante.

Nel corso degli immediati accertamenti, è emerso che il veicolo non risultava provento di furto perciò è stata contattata la proprietaria, la quale ha dichiarato di averlo parcheggiato nella corte della propria abitazione durante la sera precedente e di non essersi ancora accorta del furto dell’auto.

Il mezzo è stato quindi restituito alla donna, mente l’uomo è stato dichiarato in stato di arresto e sottoposto, nella mattinata odierna, al giudizio con rito direttissimo dinanzi al Tribunale di Monza.