Cronaca

Rissa sulla metro. Passeggeri ostaggi dei vandali

Uno dei due gruppi è sceso a Cassina, l'altro è arrivato al capolinea di Gessate.

Rissa sulla metro. Passeggeri ostaggi dei vandali
Cronaca Martesana, 27 Settembre 2018 ore 08:25

Prima il vagone fermo perché qualcuno stava fumando, poi una   rissa tra due gruppi di giovani. Il tutto davanti agli occhi atterriti degli altri passeggeri. E' successo domenica notte.

Rissa e fumo sulla metro

Attorno all'una il convoglio ha dovuto fermarsi perché più  una persona stava fumando a bordo. I passeggeri, alcune centinaia, hanno dovuto fermarsi sulla banchina in attesa di un altro treno, poiché quello su cui viaggiavano è dovuto rientrare in deposito poiché si è attivato il sistema di emergenza. A quel punto due gruppi di giovani hanno iniziato a fronteggiarsi.

Scontri anche sul treno

Gli scontri sono poi proseguiti anche sul secondo treno e sono stati placati soltanto da alcuni uomini della sicurezza di Atm. La situazione è tornata alla normalità quando uno dei due gruppi è sceso a Cassina de' Pecchi. Gli altri giovani coinvolti nel parapiglia sono scesi al capolinea di Gessate.

Ultimo treno da incubo

Non è la prima volta che l'ultimo treno della notte sulla linea verde diventa teatro di violenza e vandalismo. A novembre dello scorso anno ben 39 ragazzi erano stati identificati dalla Polizia.

Atm intensifica i controlli

Recentemente Atm ha incrementato il personale di sicurezza. E qualche risultato inizia a vedersi. I passeggeri controllati nei primi otto mesi sono quasi il 60% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e le multe, se pur in crescita del 34,5%, aumentano proporzionalmente molto di meno.

"Questo è stato possibile grazie a un incremento del personale di controlleria che è passato dai 102 addetti dello scorso settembre ai 152 di oggi (incremento del +50%) e del personale di Security passato da 94 addetti ai 130 di oggi (+38%)", fanno sapere dall'Azienda dei trasporti.

Squadre itineranti a presidio delle stazioni

"L’impegno dell’Azienda nella lotta all’evasione è sempre maggiore, e a partire dai prossimi giorni, una nuova iniziativa si affiancherà alle modalità di controllo sperimentate nei primi mesi del 2018: squadre itineranti composte da Guardie Particolari Giurate, Assistenti alla Clientela e operatori di esercizio della metropolitana presidieranno le stazioni delle quattro linee del metrò all’ingresso dei tornelli (e non più solo in uscita o nei corridoi di interscambio) - proseguono da Atm - Le squadre miste presidieranno a rotazione ogni mattina e ogni pomeriggio alcune stazioni del metrò, con l’obiettivo di coprire l’intera rete metropolitana. Questa nuova modalità di presidio non ha solo l’obiettivo di “scovare” chi non paga il biglietto già nel momento dell’ingresso, ma anche quello di rendere le stazioni un luogo più sicuro e fornire ulteriore assistenza alla clientela."

LEGGI ANCHE

Denunciata la baby gang della metro  VIDEO

Violenze sulla metro, Atm ringrazia la Questura

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE DI OGGI

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter