Cronaca
che spavento

Rischia di annegare nell'Adda, salvato da due bagnanti

Decisivo l'intervento di due persone nel pomeriggio di sabato 14 agosto alla Penisola di Capriate San Gervasio.

Rischia di annegare nell'Adda, salvato da due bagnanti
Cronaca Isola, 14 Agosto 2021 ore 17:42

Si è sfiorata l'ennesima tragedia nell'Adda oggi pomeriggio, sabato 14 agosto 2021. Un uom di quarant'anni ha rischiato di annegare ed è stato salvato da due bagnanti. E' successo a Capriate San Gervasio.

Tragedia sfiorata sull'Adda

La chiamata ai soccorsi è scattata poco dopo le 15.30, quando un uomo, entrato nell'acqua per cercare un po' di refrigerio, ha iniziato a chiamare aiuto. Immediatamente è partita la telefonata al 112, e sul posto si sono precipitati due ambulanze e i Carabinieri del Comando provinciale di Bergamo. Fortunatamente per il quarantenne sul posto c'erano anche altri bagnanti e due di loro non hanno esitato un secondo nell'aiutarlo.  Sono dunque entrati in acqua e lo hanno portato a riva, dopodiché gli hanno offerto i primi soccorsi, facendogli riprendere conoscenza.

Il quarantenne è poi passato nelle mani dei soccorritori e l'intervento è passato da codice rosso a codice giallo e l'uomo è stato trasportato in ospedale a Bergamo.

L'ennesimo episodio

Quello di Capriate San Gervasio è l'ennesimo episodio. Proprio pochi giorni fa il 21enne  Youssef Janoui ha perso la vita nelle acque del fiume. Dopo un tuffo  il 21enne è stato travolto dalla corrente e ha  iniziato a gridare aiuto.  Una ragazzina di soli 13 anni si è tuffata in acqua e in  un primo momento è riuscita a sorreggere il giovane, poi però, si è trovata lei stessa in difficoltà. Un uomo che abita nei pressi del fiume, sentendo le urla, ha raggiunto i due ragazzi con la canoa. E' riuscito ad afferrare il braccio della ragazza, riuscendo a portarla a bordo, ma non quello del 21enne che è stato trascinato dalla corrente.

Il suo corpo, purtroppo senza vita, è stato ritrovato soltanto più tardi dai sommozzatori sulla sponda bergamasca del fiume.