Riparte la mobilitazione per riportare il Tribunale a Cassano d'Adda

Stato e Regione aprono un nuovo spiraglio dopo la chiusura nel 2013 degli Uffici di via Dante Alighieri.

Riparte la mobilitazione per riportare il Tribunale a Cassano d'Adda
Cassanese, 19 Agosto 2018 ore 12:45

Si è aperto uno spiraglio per riportare il Tribunale a Cassano d'Adda. Addetti ai lavori e utenti, tramite l'Associazione forense Sud Est Milano, hanno preso contatti con Roma e il Pirellone.

Il Tribunale a Cassano d'Adda non c'è più dal 2013

Gli uffici di via Dante Alighieri, che oggi ospitano il Punto Comune, erano stati abbandonati dal 2013. Questo aveva scatenando non pochi disagi fra gli utenti e gli addetti ai lavori del Tribunale. Fin da subito erano infatti partiti una serie di ricorsi che ne chiedevano la riapertura.

Il Governo di allora voleva attuare la spending review

Dal 2013, infatti, l’allora Esecutivo nazionale aveva deciso, in nome della spending review, di chiudere mille sedi giudiziarie sparse in tutta Italia, fra cui anche Cassano d'Adda. Si erano quindi formati Comitati e sodalizi che avevano anche fatto ricorso in sede legale per scongiurare la chiusura. E c'erano state anche delle sentenze favorevoli, ma il Tribunale non aveva comunque più riaperto.

I nuovi Esecutivi meditano un ripensamento

Governo e Regione per applicare la cosiddetta giustizia di prossimità stanno meditando un clamoroso ripensamento. L'Associazione forense ha quindi preso contatti con il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede e con il presidente della regione Attilio Fontana (che, tra l'altro, è un avvocato di professione).

Leggi l'articolo completo sul numero della Gazzetta dell'Adda in edicola e nello sfogliabile online.

Clicca qui per tornare alla home page e leggere le altre notizie del giorno.