Rinasce il campo sportivo a Capriate

Martedì, ieri, è stato un giorno storico per Capriate. E' stato infatti consegnato all'impresa il cantiere del centro sportivo di via Grignano.

Rinasce il campo sportivo a Capriate
25 Ottobre 2017 ore 07:03

Un giorno storico per Capriate. Martedì, ieri, il sindaco Valeria Radaelli e il vice Carlo Arnoldi, si sono recati al campo sportivo di via Grignano per consegnare il cantiere della ricostruzione.

Consegnato il cantiere

Sindaco e vice  hanno consegnato il cantiere all’impresa che si è aggiudicata l’appalto. I lavori prevedono la ricostruzione degli impianti sportivi, fermi e inutilizzabili dal 2012.  L’iter per il centro sportivo è stato piuttosto travagliato e non sono mancati anche i ricorsi alla magistratura. «Eravamo tutti soddisfatti perché, anche se è passato molto tempo, si sta restituendo alla città una struttura importante, un punto di riferimento – ha commentato il sindaco Valeria Radaelli – In questo modo restituiamo anche gli impianti ai giovani e ai ragazzi che talvolta, incontrandomi per strada mi dicevano: “Allora sindaco quando ci ridà il campo?”.

Niente giustizia con la G maiuscola

Il sindaco ha ripercorso alcune vicissitudini. «Con la consegna del cantiere, ridiamo anche giustizia alla città, anche se l’iter è stato molto lungo e anche se giustizia, quella con la G maiuscola, in questo caso non è stata fatta». Il primo lotto dei lavori è quindi pronto per essere avviato. Saranno realizzati un campo da calcio in sintetico, gli spogliatoi e l’illuminazione per le partite in notturna.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
ANCI Lombardia