Riattivato il tutor sulla A4

Dopo più di un anno dallo spegnimento è stato riattivato, solo in direzione Milano, il tutor sulla A4.

Riattivato il tutor sulla A4
23 Agosto 2019 ore 11:49

Dopo più di un anno dallo spegnimento è stato riattivato, solo in direzione Milano, il tutor sulla A4.

Tutor riattivato

Dopo 16 mesi è stato ufficialmente riattivato il Tutor, il dispositivo di rilevazione del superamento medio della velocità sul tratto bergamasco dell’Autostrada A4. Autostrade per l’Italia, seguendo un iter nazionale, a seguito del pronunciamento della Cassazione a proprio favore, ha provveduto a riattivare quattro tutor su quattro tratte autostradali che interessano la Bergamasca: due da Bergamo alla barriera di Agrate (Milano Est), in direzione di Milano, e due dalla barriera di Agrate a Bergamo. A giorni lo stesso avverrà anche nel tratto da Bergamo verso Brescia.

La sospensione

Nell’aprile del 2018 tutti i dispositivi Tutor erano stati spenti sull’intera rete autostradale gestita da Autostrade per l’Italia per la presunta violazione del brevetto di produzione, con la Corte d’Appello di Roma che aveva dato ragione a una piccola società ricorrente, la Craft, in merito alla proprietà dell’ideazione del sistema. Lo scorso giugno, in attesa del pronunciamento della Suprema Corte, Autostrade aveva annunciato l’accensione – anche sulla tratta Dalmine-Cavenago – di un nuovo sistema di rilevazione delle infrazioni della velocità media chiamato «Sicve-Pm».

La sentenza della Cassazione

Settimana scorsa la Cassazione ha ribaltato la sentenza, sostenendo in via definitiva che il brevetto appartiene alla società che gestisce la gran parte della rete autostradale italiana nella provincia solo l’A4 e non la Brebemi. Con la sentenza della Cassazione, sono invece tornati i Tutor, riaccesi da Bergamo a Milano.

TORNA ALLA HOME