Cronaca
Vicenda shock

Ragazza di 17 anni drogata e poi violentata da due uomini: uno è in manette, l'altro è scappato

Il gravissimo episodio è avvenuto a Melzo. La vicenda è emersa solo ora alla vigilia del processo.

Ragazza di 17 anni drogata e poi violentata da due uomini: uno è in manette, l'altro è scappato
Cronaca Melzese, 18 Ottobre 2022 ore 18:45

Drogata e violentata per ore durante la notte a Melzo: arrestato un uomo, l'altro in fuga. Dopo mesi si fa va finalmente a processo.

Il fatto: drogata e poi violentata da due uomini

Era uscita di casa per prendere una boccata d'aria dopo un litigio con i genitori. Lei, 17 anni, marocchina, l'anno scorso si trovava nei pressi della stazione di Melzo e voleva prendere un treno per andare a Milano, a distrarsi. Ma l'orrore era proprio dietro l'angolo.

E' stata attirata da due ragazzi su una bella macchina, una Bmw, guidata da due indiani di 30 e 28 anni, parenti tra loro. Le hanno detto che in città l'avrebbero portata loro, ma prima si sarebbero fermati a mangiare: in un fast food, dove lei ha preso solamente una coca cola, drogata poi con la benzodiazepina mentre non guardava.

Proprio lì e proprio in quel momento è iniziato l'incubo. I due hanno abusato di lei incosciente prima sui sedili della macchina, poi a casa di uno di loro che abitava da solo, più volte e per tutta la notte, continuando sempre a drogarla.

La denuncia e l'arresto

Dopo centinaia di chiamate i genitori della 17enne hanno sporto denuncia ai Carabinieri, che hanno iniziato subito le ricerche. Eppure sono stati proprio i due che hanno finto un ritrovamento proprio alla stazione dei treni di Melzo, il punto di partenza.

Pensavano di averla fatta franca fino a quando lei, rispondendo alle domande degli inquirenti ha iniziato ad avere qualche flash di quanto accaduto la notte precedente. Uno dei due le aveva addirittura girato delle immagini di loro insieme.

Ma l'ha fatto, ricordandosi di una maglietta che riportava anche il logo dell'azienda dove lavorava il padre. Grazie a questi indizi i militari sono riusciti a risalire ai colpevoli a novembre dello scorso anno. Una notizia agghiacciante della quale non si era saputo nulla fino a oggi, con la prima udienza ormai imminente.

Il processo si avvicina

Dopo un'operazione particolarmente complessa, uno degli stupratori è stato arrestato. Dell'altro invece si è persa ogni traccia.

Seguici sui nostri canali