Cronaca
Inzago

Pugno di ferro verso i ragazzini "scapestrati"

Previsti lavori socialmente utili e rimborso dei danni da chiedere ai genitori.

Pugno di ferro verso i ragazzini "scapestrati"
Cronaca Cassanese, 15 Marzo 2020 ore 09:11

Pugno di ferro verso i ragazzini "scapestrati", sarà tolleranza zero contro gli atti vandalici. Iniziati i controlli serali nei luoghi di ritrovo.

Pugno di ferro con le bande "sbandate"

"Il momento del dialogo è sospeso, si passa  alle misure forti". A dirlo è il sindaco di Inzago Andrea Fumagalli stanco dei ragazzini che vanno in giro a vandalizzare il territorio soprattutto in questo momento di allerta per il Coronavirus. Ma alcune bande di giovanissimi ignorano qualunque divieto e fanno assembramenti.

Previsti lavori socialmente utili

"Metteremo le telecamere in tutti i parchi come già previsto da un piano di sicurezza steso in precedenza - ha detto il vicesindaco Carlo Maderna - Spero che in questi giorni mamme e papà trovino il modo di parlare coi propri figli per spiegare loro il rispetto delle cose comuni e del prossimo. E’ in corso la modifica del regolamento di polizia urbana e compirà atti vandalici dovrà fare lavori socialmente utili".

I genitori pagheranno i danni

Non solo. A seconda delle situazioni potrà essere chiesto ai genitori di pagare i danni causati dai figli vandali. Nel frattempo da venerdì 6 marzo 2020 sono cominciati i controlli serali della Polizia Locale che proseguiranno, a sorpresa, nei luoghi di possibile aggregazione. "Continueremo a mantenere il presidio del territorio - ha commentato il comandante Vincenzo Avila - Ai cittadini chiedo di segnalarci ogni situazione di non rispetto della legalità".

Nella Gazzetta dell'Adda

Tutti i dettagli nell'edizione della Gazzetta dell'Adda in edicola e nell'edizione sfogliabile online per smartphone, tablet e Pc da sabato 14 marzo 2020.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.

Seguici sui nostri canali