Inzago

Pugno di ferro verso i ragazzini “scapestrati”

Previsti lavori socialmente utili e rimborso dei danni da chiedere ai genitori.

Pugno di ferro verso i ragazzini “scapestrati”
Cassanese, 15 Marzo 2020 ore 09:11

Pugno di ferro verso i ragazzini “scapestrati”, sarà tolleranza zero contro gli atti vandalici. Iniziati i controlli serali nei luoghi di ritrovo.

Pugno di ferro con le bande “sbandate”

“Il momento del dialogo è sospeso, si passa  alle misure forti”. A dirlo è il sindaco di Inzago Andrea Fumagalli stanco dei ragazzini che vanno in giro a vandalizzare il territorio soprattutto in questo momento di allerta per il Coronavirus. Ma alcune bande di giovanissimi ignorano qualunque divieto e fanno assembramenti.

Previsti lavori socialmente utili

“Metteremo le telecamere in tutti i parchi come già previsto da un piano di sicurezza steso in precedenza – ha detto il vicesindaco Carlo Maderna – Spero che in questi giorni mamme e papà trovino il modo di parlare coi propri figli per spiegare loro il rispetto delle cose comuni e del prossimo. E’ in corso la modifica del regolamento di polizia urbana e compirà atti vandalici dovrà fare lavori socialmente utili”.

I genitori pagheranno i danni

Non solo. A seconda delle situazioni potrà essere chiesto ai genitori di pagare i danni causati dai figli vandali. Nel frattempo da venerdì 6 marzo 2020 sono cominciati i controlli serali della Polizia Locale che proseguiranno, a sorpresa, nei luoghi di possibile aggregazione. “Continueremo a mantenere il presidio del territorio – ha commentato il comandante Vincenzo Avila – Ai cittadini chiedo di segnalarci ogni situazione di non rispetto della legalità”.

Nella Gazzetta dell’Adda

Tutti i dettagli nell’edizione della Gazzetta dell’Adda in edicola e nell’edizione sfogliabile online per smartphone, tablet e Pc da sabato 14 marzo 2020.

TORNA ALLA HOME PAGE PER LE ALTRE NOTIZIE DEL GIORNO.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità
ANCI Lombardia