Cronaca
L'inchiesta

Proventi del traffico internazionale di droga investiti in opere d'arte: 31 arresti

La vasta operazione della Polizia di Stato e della Dda di Milano ha coinvolto anche un circolo di Cologno Monzese riconducibile a un gruppo di motociclisti.

Cronaca Martesana, 12 Maggio 2022 ore 09:18

Proventi del traffico internazionale di droga investiti in opere d'arte: 31 arresti. La vasta operazione della Polizia di Stato e della Dda di Milano ha coinvolto anche un circolo di Cologno Monzese riconducibile a un gruppo di motociclisti.

Droga e riciclaggio di opere d'arte: valanga di arresti

L'operazione della Polizia di Stato, coordinata dalla Procura della Repubblica di Milano - Direzione distrettuale antimafia con l'obiettivo di  smantellare un'associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti, ha visto impegnati quasi duecento agenti in tutta Italia e all'estero, per l'esecuzione della misura cautelare nei confronti di 31 persone con forti legami con trafficanti sudamericani, latitanti ed esponenti di spicco della criminalità organizzata. Un maxi blitz (ancora in corso) che sta toccando Lituania, Spagna e Olanda, oltre che Lombardia, Piemonte, Toscana, Lazio, Campania e Puglia.

Perquisito anche un circolo di Cologno Monzese

Le quasi 50 tra perquisizioni e sequestri di conti correnti hanno coinvolto tra gli altri due aziende di logistica e trasporti di Pero (nell'Hinterland milanese) e Como, oltre a un circolo di Cologno Monzese, riconducibile secondo gli investigatori a un noto gruppo di motociclisti, di cui due appartenenti sono risultati coinvolti in una rilevante importazione sul territorio nazionale di hashish.

La Polizia è arrivata fino a una galleria d'arte moderna di Amsterdam

Con il coordinamento giudiziario di Eurojust, l'Autorità giudiziaria olandese sta eseguendo una rogatoria richiesta dalla Procura della Repubblica di Milano ponendo sotto sequestro la galleria d'arte moderna "ART3035 Gallery", nel centro di Amsterdam e ritenuta, allo stato delle indagini, il luogo per riciclare parte dei proventi del narcotraffico accumulati da un broker, che vive nei Paesi Bassi, attraverso fittizie vendite di opere di famosi esponenti del mondo della street art.

Operazioni iniziate nel 2019

Le indagini hanno avuto anche il supporto, nell'ambito della cooperazione di polizia, di Europol, del Servizio Centrale Operativo della Direzione Centrale Anticrimine, della Direzione Centrale Servizi Antidroga e del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia - Divisione Interpol e Divisione SI.RE.NE.

Seguici sui nostri canali