Cronaca

Procedura di sfratto per morosità al gestore del Dopolavoro

Il debito sul contratto di locazione dello storico pub era salito fino a oltre 84mila euro, negli ultimi giorni il privato l’ha dimezzato, ma potrebbe non bastare.

Procedura di sfratto per morosità al gestore del Dopolavoro
Cronaca Cassanese, 22 Luglio 2018 ore 13:01

Procedura di sfratto per morosità per Luca Cairo. Per lui il pub Dopolavoro a Cassano d'Adda è come un figlio. Ma ora rischia di perderlo.

Dopolavoro sotto sfratto

Quando nel 1995, dopo anni di chiusura, l’aveva rilevato, aveva dato vita a una serie di interventi che l’avevano fatto diventare uno dei locali più belli della città. Ma anche più noti in zona. Merito anche della sua location inserita nell’ex Linificio e della sua splendida terrazza vista Muzza. Infatti per Luca Cairo (per tutti «il Baky») il Dopolavoro è praticamente come un figlio, che ora rischia di perdere per sempre perché l’Amministrazione ha avviato la procedura di sfratto per morosità.

L'Ammanco

Il contratto prevede un canone annuo pari a 27mila e 500 euro. Ma non sempre i soldi sono arrivati. L'ammanco aveva raggiunto gli 84mila euro. Però in questi giorni Cairo è riuscito a dimezzare la cifra. Ora chiede solo più tempo per risanare il debito.

La notizia completa sul numero della Gazzetta dell'Adda in edicola e nell'edizione sfogliabile online da sabato 21 luglio 2018.

Clicca qui per tornare alla home page e leggere le altre notizie del giorno

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter