Cronaca

Preti ricattati da giovani estorsori, si allarga l'inchiesta

Nuovo tassello nell'inchiesta legata ai ricatti a sfondo sessuale che coinvolge una banda di ragazzi brianzoli. Fra le vittime anche due sacerdoti.

Preti ricattati da giovani estorsori, si allarga l'inchiesta
Cronaca Martesana, 25 Gennaio 2020 ore 15:46

Preti ricattati da giovani estorsori. Ulteriore passo avanti nelle indagini, dopo la denuncia di un religioso che opera in Val Brembana.

Preti ricattati da giovani estorsori, gli arresti salgono a nove

Salgono a nove i giovani arrestati, facenti parte di una banda che aveva dato vita a una serie di incontri a sfondo sessuale nel quale sono rimasti coinvolti anche due sacerdoti, uno operativo in Val Brembana e l'altro in Brianza.

Preti ricattati da giovani estorsori, l'inchiesta si allarga

Si allarga l'inchiesta legata ai ricatti a sfondo sessuale messa in atto da un gruppo di giovani estorsi. Il numero di arrestati è infatti salito a nove e fra le vittime ci sono anche due sacerdoti. Il primo era quello che opera in Val Brembana e che aveva fatto partire le indagini denunciando ai carabinieri di Zogno la banda che lo stata ricattando da tempo. Precedentemente erano finite in carcere cinque persone, un 29enne di Ronco Briantino, un 22enne di Bernareggio, un 23enne di Seregno, un 23enne di Missaglia, e un 57enne, sempre di Missaglia.

La dinamica del ricatto

La banda aveva postato sulla bacheca di un sito internet specializzato in annunci a sfondo sesuale per incontri fra omosessuali. Il parroco aveva risposto e si era fatto trovare nel luogo concordato. Sul posto aveva trovato uno dei ragazzi del gruppo e aveva consumato la prestazione e poi si era allontanato quando aveva notato la presenza di altre persone. E in effetti la banda aveva iniziato a tempestarlo di chiamate e minacce, facendogli per altro credere che il giovane incontrato fosse minorenne e dicendosi pronti, se non avesse sborsato altri soldi a denunciare l'incontro pubblicamente. E alla fine, poco alla volta erano riusciti a sfilargli quattrini fino a raggiungere i seimila. A quel punto il parroco aveva denunciato il tutto alla Compagnia di Zogno che aveva fatto partire le indagini che, come riferito da PrimaBergamo, hanno portato a nove arresti.

Clicca qui per tornare alla home page e leggere altre notizie del giorno.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter